Unità d’Italia SGT ammaina la bandiera per protesta

Oggi si celebra l’Unità d’Italia, 17 marzo 1861, sono 160 anni: lo storico sodalizio giuliano, Società Ginnastica Triestina, che ben 158 anni fa con orgoglio issò all’epoca in terra nemica, il tricolore, donando anche molte vite di illustri soci nella prima guerra mondiale per restituire Trieste all’Italia, in segno di protesta ammainerà la propria bandiera e metterà a mezz’asta quella italiana nella sede storica di Via della Ginnastica 47.

Siamo ormai ad un anno dall’inizio della pandemia e nulla di concreto è stato fatto per le associazioni sportive dilettantistiche, abbiamo rispettato tutte le disposizioni tra Dpcm, leggi, decreti e norme federali sostenendo autonomamente l’aumento dell’impegno economico per trasformare ed adattare le strutture in funzione di quanto disposto al fine di continuare a fornire quel servizio sociale attraverso lo sport, per poi essere nuovamente chiusi ed abbandonati. Oggi è importante ricevere la giusta attenzione per il servizio sociale che svolgono dette associazioni e per mettere al centro dell’attenzione e della progettazione per il prossimo futuro i fruitori dei servizi : i nostri figli, atleti e futuri cittadini della nostra Italia”, recita la nota del club triestino.