Wushu – Un titolo europeo e tre bronzi per la Weisong School

Il lockdown non ha impedito agli atleti della Weisong School Libertas di portare a casa soddisfazioni internazionali al 1st Online European Wushu Championships, organizzato dall’European Wushu Federation dal 27 maggio 4 giugno.

Ben 9 atleti della scuola pordenonese in questa occasione indossato sono stati convocati nella squadra azzurra, riuscendo a conquistare quattro medaglie. E non solo. L’unico titolo europeo italiano lo ha portato a casa proprio un’allieva del maestro Liu Yuwei.

Jasmine Zhu, infatti ha ottenuto un punteggio di 8,7, prima fra gli assoluti nello stile chaquan, in una competizione di altissimo livello che ha contato la bellezza di 500 atleti fra i migliori di ben 26 nazioni.

La competizione, che doveva aver luogo a Mosca, si è svolta senza particolari stravolgimenti. I ragazzi eseguivano la performance e i giudici hanno fatto la loro valutazione in tempo reale, proprio come sarebbe accaduto dal vivo.

Sempre fra gli assoluti, ma nella specialità nanquan, è salita sul terzo gradino del podio virtuale Marta Zillet, con un punteggio di 8,62.

Stesso risultato per Greta Mellina Bares fra gli Junior B, che ottiene il terzo posto nella specialità Nandao.

La quarta medaglia è stata sempre di bronzo ed è stata conquistata da Pierpaolo Rosso (Junior B) per la specialità Gunshu.

Ottime anche le prestazioni degli altri pordenonesi convocati. Erano in gara anche gli Junior Michele Ruppolo (nelle specialità ChanQuan, GunShu) e Andrea Colin (GunShu); e, fra i Cadetti, Luca Puiatti (NanGun), Nicola Clara (ChanQuan) e Mattia Meneguzzi (NanDao).

Data l’ottima riuscita dell’evento, a breve il maestro Liu Yuwei ha già pensato di sorprendere tutti con un evento di Wushu online, dedicato al nostro territorio.