Young Cup, un viaggio giovanile attraverso la regione

Le premiazioni
Le premiazioni
Le premiazioni

E’ stato istituito dal Comitato Regionale il circuito “Young Cup” percorso agonistico che riunisce tutti i tornei della regione, riservati alle verdi racchette maschili e femminili, inseriti nelle categorie under 10-12-14.

Il circuito si articola sui quattordici tornei individuali con l’attribuzione di punteggi differenziati per i migliori otto interpreti di ogni gara. L’assegnazione delle stelle/valore del torneo segue il livello qualitativo della gara ed il numero totale degli iscritti, secondo la seguente articolazione:

– 3 stelle attribuzione riservata ai campionati regionali

– 2 stelle oltre i 60 partecipanti

– 1 stella inferiore ai 60 partecipanti

La premiazione di Rubens Ballerini
La premiazione di Rubens Ballerini

Al Master finale concorrono i primi otto giocatori d’ambo i sessi, afferenti la propria categoria d’età e con tesseramento regionale.

 

I circoli organizzatori della Young Cup

Tornei conclusi

1. Eurotennis Club Cordenons

2. A.T. Opicina

 

Tornei in corso

3. Polisportiva San Marco (Ts)

 

Tornei in programma

4. Tc Gradisca

5. Tc Monfalcone

6. Tc Azzano Decimo

7. Tennis Campagnuzza

Giulia Cimador
Giulia Cimador

8. Tc San Vito

9. Tc Linus Porcia

10. Tc Torviscosa

11. Tc Fiume Veneto

12. River Sporting Club

13. A.T. Opicina

14. Tc Maniago

 

Master finale: sede da definire

 

Le tappe

Esordio della Young Cup – All’Eurosporting Cordenons il primo torneo giovanile della regione viene

Enrico Wood
Enrico Wood

intitolato al compianto fondatore Edi Aldo Raffin. Così, la Friuladria Junior Tennis Cup, diventa il 1° Memorial Edi Aldo Raffi gara seguita passo a passo da Mirco Lucchesi e Claudio Bortoletto. Sui veloci campi in sintetico, tra i cuccioli decenni, si fanno largo i due nuovi acquisti del circolo organizzatore, i mancini Gregorio De Gasper e Pietro Stefan, protagonisti di un confronto dominato dal biondo De Gasper dalla prima all’ultima palla. Nella lista delle dodicenni, l’aggressività di Martina Coghetto, viene incapsulata dalla tenacia e pazienza di Gaia Di Paolo beniamina dell’Atomat Tennis Udinese e di nonno Graziano Dall’Armi. Il forziere dell’Eurotennis si arricchisce anche del titolo under 12 dei maschi, grazie alla new entry di Filippo Dal Molin, ragazzino determinato nel mettere fine alla fuga iniziale di Enrico Wood del Tc Roveredo. Scambi di livello nella categoria degli under 14, dove il tennis senza fronzoli di Marco Buble del Tc Martignacco toglie resa alle esecuzioni fantasiose di Giacomo Dambrosi del Tc Triestino. Ha sapore di rivincita l’affermazione della giovane azzurrina Sara Ziodato nei confronti di Aurora dal Col, recente acquisto dell’Eurotennis Club, nonché già campionessa unde 11 e 12. Nonostante la percepibile tensione il match segna momenti di tennis piacevole e, quando sembra che la Dal Col stia per trascinare l’avversaria al terzo set, la Ziodato aumenta la produttività dei colpi e afferra anche il secondo set che le vale il trofeo. Combattimento equilibrato e piuttosto lungo quello tra le dolci bambine dalle dieci primavere. Nel tennis non esiste parità tra due giocatrici che dimostrano di equivalersi nei vincenti e negli errori. Le due palline Mid che decidono la vittoria di Beatrice Simeoni del Tc Gemona su Vivian Fajt, rappresentante del Tennis Campagnuzza, sono impietose, ma valgono il sospirato titolo per la raggiante gemonese. Come consuntivo dei tesserati provinciali: tre titoli appannaggio delle racchette udinesi, due vinti da quelle pordenonesi e un coppa primato finita nel territorio triestino.

Beatrice Simeoni
Beatrice Simeoni

Young Cup, atto secondo – Si consuma all’At Opicina la seconda delle quattordici tappe programmate. Nei tre campi indoor, la progressione degli incontri consegna la finale nei tempi canonici previsti dai due tutor triestini della manifestazione: i maestri Matteo Tognon e Giorgio Olivo. I migliori under 10 dei gironi danno vita ad un tabellone che vede nella posizione più alta Filippo Jacovoni del Tc Triestino mentre al lato opposto presenzia Matteo Corolli del Tennis Campagnuzza. Nella semifinale il goriziano cede al più giovane Ruben Ballerini del Tennis Team, bambino determinato che sullo slancio supera, nel tie-brek decisivo, anche il favorito della lista. Tra le coetanee, andatura senza scossoni della minuta Vivian Fajt in forza al Tennis Campagnuzza, capace di rispettare l’assegnazione di prima del gruppo, posizione confermata anche contro la seconda del seeding, la gemonese Beatrice Simeoni. Nella categoria under 12, il testa a testa tra il roveredano Enrico Wood e Simone Boscolo del Tc Campi Rossi é l’esatta proiezione delle posizioni di partenza del tabellone, anche se i semifinalisti Erik Alborghetti e Massimiliano Giunchi rischiavano di rovinare la festa, sia al vincitore pordenonese sia al finalista giuliano. Nel versante rosa, prevista lotta per il titolo tra le “chichis friulane” in forza all’Atomat Tennis Udinese. Vince Gaia Di Paolo, ma, prima di alzare le braccia al cielo, deve impegnarsi per tre set contro la compagna di classe, amica ed eterna rivale, Elisa Iuri. Tra le under 14 si conferma imbattibile la prima del seeding. Si tratta di’ Serena D ‘Ercole, prestante ragazzina del River Sporting Club che vanifica le sicurezze della finalista Giulia Cimador, portacolori del Tennis Città di Udine. Tra i coetanei, non balbetta il motore d Michelangelo Flaborea, longilineo rappresentante del circolo di Padriciano, non s’ingolfa nemmeno nella sfida contro il roccioso Riccardo Gon del Tc Campi Rossi. Affermazione che lo sfortunato 14enne del Tc Triestino gode per troppo poco tempo, vittima il giorno seguente, di un infortunio in allenamento che gli regala due settimane d’assoluta immobilità e molti tour in un confortevole carrozzella. (Fausto Serafini)