Basket – A Trieste confermato Grazulis e arriva Lever

Il lettone, reduce dalla sua prima stagione in Serie A, sarà punto fermo della formazione a disposizione di coach Franco Ciani.

“Abbiamo visto tutti cosa è in grado di fare Andrejs – le parole del presidente Mario Ghiacci – è un elemento essenziale della squadra e poterlo confermare è per noi una bella soddisfazione. Ha dimostrato di poter essere un giocatore molto solido anche in Serie A e completa al meglio il nostro reparto lunghi. Alcuni fastidi fisici lo hanno rallentato nel finale di stagione ma ora è pronto per iniziare la prossima preparazione, ci aspettiamo una sua affermazione definitiva nel massimo campionato”.

Andrejs Gražulis, lettone che ha militato nella neopromossa Tortona prima di approdare in biancorosso, ha chiuso una eccellente prima stagione nella massima serie, mettendo a referto 8.3 punti di media a partita e ben 5.6 rimbalzi, a testimoniare la sua presenza sotto canestro nonostante i “soli” 202 centimetri d’altezza. Fa della fisicità e del tiro dalla media i suoi marchi di fabbrica. 

“Poter contare ancora su Andrejs – ha dichiarato coach Franco Ciani – è essenziale nell’idea di squadra che abbiamo in testa. La sua conferma è stata senza dubbio una prima scelta che abbiamo condiviso con la dirigenza, un impegno importante, ma che abbiamo ritenuto funzionale nell’ottica di consolidare il reparto lunghi. La fame di risultati di Andrejs, la sua solidità, saranno la benzina nel motore della prossima Allianz Pallacanestro Trieste”.

Intanto, Alessandro Lever arricchisce il reparto lunghi dell’Allianz Pallacanestro Trieste targata coach Franco Ciani: un lungo classe 1998 che viene da un’importante esperienza di college americano, oltre alle numerose presenze in azzurro nelle categorie giovanili. 

“A nemmeno 23 anni compiuti Alessandro è un giocatore che ha vissuto da protagonista 4 stagioni in NCAA –
l’analisi del presidente Mario Ghiacci – ed ha dimostrato grandi doti anche in azzurro vincendo un bronzo agli Europei U18. L’attenzione e la valorizzazione di talenti italiani, la volontà di farli crescere e maturare con noi, sono alcuni dei punti cardine della nostra filosofia, da sempre. Sono certo che Alessandro troverà qui il giusto ambiente per dimostrare quello che vale”. 

Alessandro Lever, pivot di 208 centimetri per 104 chili, è nato a Bolzano il 4 dicembre del 1998: cresciuto nelle giovanili della Piani Bolzano, approda a 16 anni nel vivaio della Pallacanestro Reggiana. In biancorosso, disputa tre stagioni giocando nei campionati Under 17, Under 18 e Under 20 Elite, ottenendo anche un titolo di vice-campione nazionale in quest’ultima categoria. Nel suo curriculum cestistico, anche diverse presenze nelle nazionali giovanili dalla Under 16 fino all’Under 20 e un bronzo agli Europei Under 18 in Turchia: dal 2017, decide di cogliere al volo la “sfida” di oltreoceano e di unirsi al gruppo delle antilopi di Grand Canyon University, college con cui ha giocato per quattro stagioni ed è stato inserito, nel 2020/2021, nel quintetto ideale della Western Athletic Conference. 
Negli USA ha decisamente ben figurato, chiudendo la sua carriera accademica come secondo giocatore per presenze nella storia del college e terzo miglior marcatore: nel 2020/2021, ha viaggiato a 13.3 punti e 5.7 rimbalzi, con il 50.9% da due, il 37.8% nelle triple ed il 63.4% ai liberi.

“Alessandro è un lungo dalle mani educate
– ha analizzato coach Franco Ciani– che ha dimostrato di poter giocare senza problemi anche lontano da canestro, come dimostrano le percentuali al tiro. Difensivamente è migliorato in questi ultimi due anni nella capacità di contenere avversari più piccoli e rapidi rispetto a lui. Si tratta di un lungo che può occupare entrambi gli slot interni e certamente ha grande senso della posizione e mobilità. È un eccellente ragazzo con grandissima etica del lavoro ed anche questi sono stati fattori di valutazione importante”.