Basket – Apu in altalena ma alla fine vince

I bianconeri di Boniciolli arrivano a +20 poi si fanno riacciuffare ma tengono botta nel rush finale giocando di squadra.

APU OWW – ORLANDINA    86 – 80 (20-16; 43-34; 67-50)

APU: D.Johnson 20, Mussini 13, Deangeli  5, Spangaro ne, Schina 7, Antonutti 11, Mobio 4, Agbara ne, Foulland 10, Giuri 9, Pellegrino 6, Italiano 1. Allenatore: Boniciolli

ORLANDINA:, Taffaj 6, Gay 9, Floyd  13, Laganà 14 , X.Johnson  23,Del Debbio, Triassi ne, Bellan 3, Fall 12, Moretti. Allenatore: Sodini

ARBITRI: Ursi, Gonella, Marziali

NOTE: Tiri liberi: Apu 20/28, Orlandina 19/24. Tiri da 3 punti: Apu 8/25, Orlandina 9/26. 5 falli: Moretti. Tecnico a Italiano e alla panchina Orlandina.

LA CRONACA –  Contro uno degli attacchi più prolifici del girone Verde di A2 l’Apu tiene botta in un finale intenso e in intasca la seconda vittoria consecutiva che la riporta in alto in graduatoria. Con un andamento altalenante, i bianconeri parevano aver messo in tasca il risultato sin dal 6’ del terzo quarto, quando approdavano a un rassicurante +20, ma si facevano poi recuperare, soffrendo nel finale ma tenendo botta nel rush conclusivo sulla rincorsa dei siciliani. Un’Apu, ancora priva di Amato e Nobile, che era partita subito con l’evidente intenzione di sfondare, affidandosi al gioco dentro con Foulland e Pellegrino e a soluzioni mirate dal perimetro (con percentuali finali comunque non esaltanti, 8/25 da 3 punti), con Schina al 9’ dalla media (18-16) e Deangeli in sospensione al 6’ a portare Udine sul +6 (31-25).

Dal canto proprio i siciliani si mettevano in primis nelle mani del molleggiato Floyd e di Xavier Johnson, ritrovandosi per lunghi tratti a contatto nel punteggio con i friulani ma in flessione prima del riposo, con vantaggio massimo della Boniciolli-band al 20’ (43-34).  Con un contropiede di Mussini, Udine raggiungeva il + 20 (59-39) al 6’ del terzo quarto, calando però il ritmo in avvio di frazione conclusiva e risollevandosi al 4’ con le triple di Johnson e Antonutti e l’entrata di Giuri (77-60). Floyd e Johnson nello sprint finale prendevano per mano i siciliani, con un 2+3 di Taffaj a portarli a -5 (85-80) a 20” dal termine. Ma l’Apu non cedeva e otteneva due punti importantissimi e di autostima in vista del recupero interno di mercoledì contro Piacenza che se vinto li proietterebbe di nuovo nelle altissime sfere della graduatoria. (E.F.)