Basket carrozzina: Gradisca fuori dai play-off

Basket carrozzinaSI SPEGNE A GENOVA IL SOGNO DELLA CASTELVECCHIO

DI RICONQUISTARE LA SERIE A

I GRADISCANI RIMANEGGIATI ESCONO DI SCENA

IL PRESIDENTE TOMASINSIG: “STAGIONE DEL RILANCIO COMUNQUE POSITIVA”

Si spegne in Liguria il sogno della Castelvecchio Gradisca di riconquistare la serie A dopo solamente una stagione di esilio nella cadetteria. La compagine isontina non è riuscita a ribaltare l’esito della gara d’andata al cospetto della Generali Basket Genova nella rivincita della semifinale play off del campionato di serie B, Partiti per Genova con una squadra fortemente rimaneggiata i gradiscani tengono per tre tempi, rimanendo a stretto contatto con i genovesi combattendo punto su punto, poi la stanchezza prende il sopravvento sino al 57 a 44 conclusivo.

“Peccato non aver raggiunto le finali play off che durante tutto il campionato sembravano a portata di mano – commenta il presidente della Castelvecchio, Egone Tomasinsig – ma con una squadra così decimata nelle fasi finali del campionato, non si poteva fare di più”. Poche speranze nella partita di ritorno delle semifinali play off del campionato di serie B, visto il risultato della partita giocata a Gradisca, però i gradiscani con una formazione ridotta ai minimi termini a causa di infortuni e l’assenza ormai definitiva dalla squadra di Sejmenovic, ci hanno messo tutta la volontà e determinazione per onorare la loro partecipazione a questo importante appuntamento. Nella altra semifinale l’S.S. Lazio batte in casa il PDM Treviso e si contenderà allo stesso Genova la risalita in serie A.

La stagione sportiva era iniziata molto bene ed era proseguita ancora meglio per i colori gradiscani: vinta la regular season del proprio girone di serie B, la formazione di coach Cricco si è ben comportata anche in campo internazionale, con un filotto di successi non solo in Italia ma anche nel campionato NLB, la cosiddetta “Lega dei Balcani”. Purtroppo nel finale di stagione è successo l’imprevedibile e già nella partita con il Banja Luka si sono manifestate delle situazioni spiacevoli che hanno poi condizionato il resto della stagione e così anche l’importante fase play off.

“La società e tutti i dirigenti in questo anno di rilancio hanno lavorato bene – è il bilancio di Egone Tomasinsig – la coesione con l’allenatore e i giocatori è stata ancora migliore delle passate stagioni sportive: non rimane che continuare e migliorare ancora. I rapporti con gli sponsor sono ottimi e siamo sicuri che ci sosterranno come hanno sempre fatto e siamo altrettanto sicuri – conclude il presidente – che le autorità e le amministrazioni pubbliche saranno sempre presenti per aiutarci a conservare questo importante patrimonio di esperienza e capacità nell’inserimento dei ragazzi disabili nel mondo dello sport”.

Rimane ancora un importante appuntamento in questo finale di stagione per Gradisca: ed è l’ultimo girone del campionato NLB che si giocherà a Novo Mesto il 14 maggio, quando la Castelvecchio incontrerà gli austriaci dell’RSV Karnten. La squadra vuole onorare fino alla fine questa importante manifestazione e vincendo con gli austriaci conquisterebbe quantomeno un prestigioso secondo posto in classifica, anche se sulla carta puo’ persino sperare in qualcosa di meglio: un improbabile passo falso della capoclassifica Banja Luka contro il KKI Zagreb regalerebbe addirittura il titolo agli isontini.