Basket – Cividale parte a razzo: 91-75 contro Senigallia

Porte di chiuse come d’ordinanza per il ritorno di Cividale in serie B dopo diversi lustri e per la riapertura del palazzetto di Via Perusini al basket di alto livello, dopo che le luci si erano spente nell’aprile del 2017 al termine della stagione di A2 in cui l’APU Udine, allora targata GSA, era stata l’ospite illustre del parquet cividalese.

La circostanza avrebbe meritato ben altra atmosfera rispetto a quella che potevano creare i soli addetti ai lavori con relativi congiunti e la perdita è una delle tante piccole-grandi cose che la pandemia ci ha sottratto in questo annus horribilis. Le Aquile del “Patron” Micalich, planate in estate nella Città Ducale e griffate con gli storici marchi della Cividale che fu come Gesteco e Faber, sono partite subito a razzo, sbarazzandosi di Senigallia senza troppi patemi e incamerando così i primi due punti di un campionato che, a causa del morbo, resta un’incognita su tempi e modi di svolgimento.

Tutto abbastanza facile per gli uomini di Pillastrini, che, a parte qualche battuta a vuoto nell’ultimo quarto, hanno condotto l’incontro dall’inizio alla fine, sciorinando a tratti aggressività difensiva, giochi d’attacco e percentuali al tiro da categoria superiore, con il capitano Fattori sugli scudi assieme al top scorer Battistini, Miani e Cassese. Il match non è mai stato in discussione, con i marchigiani sempre a rincorrere, prima, e a cercare di ridurre il passivo poi, e con i soli Pozzetti, Peroni e Giacomini in grado di creare, in un orgoglioso finale di partita, qualche grattacapo ai gialloblu friulani. In attesa di capire nei prossimi incontri la reale caratura e quale ruolo potrà giocare la Gesteco in questo campionato, dirigenti e tifosi (in contumacia) possono giustamente essere soddisfatti e gioire per un avvio di torneo davvero importante e promettente. Come la schiacciata in penetrazione di Battistini a 10’’ dal termine e la tripla finale di Rota a fil di sirena che ha fissato il risultato sul 91-75. (Giuseppe Passoni)

UEB GESTECO Cividale – GOLDENGAS Senigallia   91 – 75 (21-11, 45-29, 61-43)

UEB GESTECO CIVIDALE – Agostini n.e., Ohenhen 2 (1/3), Minisini n.e., Miani 15 (0/1, 5/7), Chiera 8 (0/1, 2/3), Cassese 8 (1/1, 2/5), Rota 9 (0/1, 2/3), Battistini 22 (8/11, 0/1), Vigori 7 (2/3, 1/1), Fattori (k) 15 (3/6, 3/6), Micalich (1/1) 2, Truccolo 3 (1/4). Allenatore: Stefano Pillastrini. Vice: Giovanni Battista Gerometta e Marco Miani. Tiri liberi 11/16, Tiri da due 16/28, Tiri da tre 16/30, Rimbalzi 46 (38 dif. 8 off.)

GOLDENGAS PALLACANESTRO SENIGALLIA – Moretti (0/1), Cicconi Massi 4 (2/5), Centis 3 (0/1, 1/2), Pierantoni (k) 4 (1/2, 0/3), Peroni 20 (4/8, 3/6), Giacomini 17 (2/9, 2/6), Giunta 8 (1/4, 1/2), Giuliani n.e., Costantini n.e., Serrani (0/2), Pozzetti 19 (4/7, 3/9), Terenzi n.e. Allenatore: Riccardo Paolini Vice: Andrea Peverada e Gabriele Ruini. Tiri liberi 17/26, Tiri da due 14/39, Tiri da tre 10/28, Rimbalzi 30 (20 dif. 10 off.)

Arbitri: Matteo Roiaz e Marco Schiani Di Zenise di Trieste