Basket – Delser Udine contro Carugate per il riscatto

La prossima partita di campionato della Delser Udine sarà in Lombardia, in casa del Basket Carugate, una squadra in forma che ora si trova al quarto posto in classifica, con dieci partite vinte su quindici disputate. L’incontro avrà inizio alle ore 20.30 di sabato 25 gennaio. All’andata Udine vinse contro le lombarde per 56-36 con Vente e Vella mattatrici della serata. In quell’occasione Carugate aveva molte giocatrici infortunate o non al meglio della condizione e la Delser seppe capitalizzare e portare a casa i due punti in classifica, anche sfruttando le più ampie rotazioni.

Le avversarie escono da due partite vinte in striscia, prima contro Ponzano, poi in casa di San Martino di Lupari. In questi ultimi match nei tabellini finali si sono distinte Maffenini e Canova, che in stagione viaggiano rispettivamente con 10.6 e 13 punti di media. Schieppati è invece la giocatrice più impiegata da coach Cesari, tanto da essere rimasta in quintetto per tutti e quaranta i minuti nelle ultime due partite.

La Delser si sta preparando per dimenticare l’ultima brutta sconfitta in casa contro Milano. Silvia Ceccarelli, guardia agli ordini di coach Matassini, inquadra così il prossimo match: “Il Basket Carugate, anche se ora si trova al quarto posto in classifica, non la dobbiamo temere. Noi dobbiamo entrare in campo senza avere paura di nessuno, rispettando sì l’avversario, però mantenendo la consapevolezza delle nostre capacità. L’ultima partita che abbiamo giocato in casa per molti versi è una prestazione da cancellare. In settimana dobbiamo cercare di ricostruire un po’ di cose, ripartire dalle nostre sicurezze, cercare di migliorare alcuni errori che abbiamo fatto e aumentare la solidità di squadra sia in attacco, che in difesa. Le avversarie stanno sicuramente facendo bene, la classifica parla chiaro. Noi dobbiamo essere consapevoli delle nostre qualità, senza pensare troppo agli ultimi risultati del Carugate. Dovremo studiare bene la partita ed entrare in campo con la voglia di riscattarci, vista l’ultima prestazione non proprio all’altezza“.