Basket – Grande reazione di Trieste. Avellino piegato 97-96

Pazzesca Pallacanestro Trieste: un match al cardiopalmo al PalaDelMauro di Avellino, che dopo quarantacinque minuti di battaglia consegna il referto rosa al gruppo di Eugenio Dalmasson, ancora una volta meraviglioso come reazione. Il 96 – 97 conclusivo arriva dopo una partita che ha visto i triestini andare sotto anche di diciassette punti contro un team determinato e intenso: alla fine, però, il cuore biancorosso ha pulsato più forte, con un Dragic determinante nel supplementare.

Senza Peric, coach Dalmasson si affida a Matteo Da Ros in quintetto come “4”, insieme a Wright, Sanders, Dragic e Knox: risponde Vucinic con Sykes, Udanoh, Harper, Green e Nichols.

L’inizio di Avellino è pieno di energia, con due triple a firma Sykes – Harper ed una schiacciata dello stesso Harper che porta Avellino sul 14 – 6: time out Dalmasson a 5’50” dalla prima sirena e ne esce una Trieste che ha Da Ros (5/10 dal campo, 3/3 ai liberi, 7 rimbalzi e 5 assist) protagonista. L’ala milanese serve un assist per la schiacciata di Knox, poi con un paio di canestri ed un “fallo e vale” rilancia le quotazioni biancorosse: dal 21 – 10, Trieste si porta sul 23 – 19 che costringe Vucinic alla sospensione, prima della tripla di Sykes sulla sirena (26 – 19).

L’apertura di secondo quarto è per Mosley, che schiaccia in testa a Ndiaye: l’Alma è brava ad avvicinarsi sul 29 – 25 con Cavaliero e un canestro di Da Ros all’ultimo secondo. Due bombe di Filloy e Campogrande, però, ristabiliscono le distanze (35 – 25): ancora Campogrande, Harper e Filloy danno il massimo vantaggio alla Sidigas sul 45 – 27, poi un paio di giocate difensive di Cittadini ridanno energia a Trieste, che con Strautins (tre liberi e una schiacciata) va al riposo sul meno dodici.

E’ ancora Mosley (3/4 da due, 4/6 ai liberi, 9 rimbalzi e 5 falli subiti) a dare energia ai biancorossi in avvio di terza frazione (52-44), ma Nichols e Harper tengono ancora avanti Avellino in doppia cifra, sul 56 – 44: quando però Sanders azzecca due triple e Dragic vola in contropiede, Avellino è costretta a chiamare time out (4’53”). Avellino prova a mettersi a zona, ma Trieste la buca con Fernandez, Dragic e Knox, che danno il primo vantaggio ai biancorossi sul 61 – 63, prima del canestro del pareggio di Sykes.

L’ultimo periodo si apre con cinque punti di fila di Fernandez (66 – 68), ma Sykes è inarrestabile: l’americano di Vucinic tiene in vita la Sidigas, mentre Sanders e Cavaliero segnano dal perimetro e Knox stoppa da una parte e segna dall’altra (75 – 80). Sembra fatta, ma Sykes piazza tre penetrazioni di fila e tiene Avellino a contatto. A 23” dalla fine, la bomba di Sanders sembra segnare il match (83 – 87), ma due liberi di Sykes (10/19 dal campo, 7/9 ai liberi, 9 falli subiti) e una persa di Trieste portano al canestro del pareggio di Harper, che porta tutto al supplementare.

Nei cinque minuti di supplementare, ancora tanto equilibrio: Dragic e Sanders portano i biancorossi sul +4, ma un 5 – 0 di Avellino dà il 92 – 91 ai locali. Ancora Dragic piazza una bomba per il +1, poi lo stillicidio di liberi porta Avellino avanti: 96 – 95 a 25” dal termine. E’ nuovamente Dragic a prendersi la responsabilità della penetrazione del +1, poi Vucinic chiama time out: mancano 7”, Avellino ha l’ultimo pallone ma un immenso Da Ros stoppa l’ultimo attacco e regala così i due punti ai biancorossi, che volano ancora in alto in classifica e conquistano il quinto posto.

SCANDONE AVELLINO – PALLACANESTRO TRIESTE   96 – 97 dts

Sidigas Scandone Avellino: Udanoh 10, Green 8, Nichols 14, Filloy 8, Campani, Sabatino ne, Campogrande 13, Harper 14, D’Ercole, Sykes 29, Spizzichini, Ndiaye. All. Vucinic

Alma Pallacanestro Trieste: Coronica, Fernandez 9, Schina ne, Wright 8, Strautins 8, Cavaliero 7, Da Ros 13, Sanders 14, Knox 12, Dragic 16, Cittadini. All. Dalmasson

Parziali: 26-19; 50-38; 63-63; 87-87

Arbitri: Filippini, Grigioni e Pepponi