Basket – Il ritorno in campo di Jacopo Biasi

La “sventura” di Jacopo Biasi inizia nel giugno del 2016 quando, durante una gara di un torneo, subisce un brutto infortunio che gli procura la rottura del crociato anteriore del ginocchio destro.

Da quel momento per lui inizia un vero e proprio “calvario” tra visite mediche specialistiche, riposi forzati e tanta…”rabbia” perché costretto a stare lontano dai campi di gioco. Infatti, nonostante Jacopo voglia bruciare i tempi, deve attendere ben due anni prima dell’intervento perché i medici lo ritengono ancora troppo giovane per essere sottoposto ad una operazione. Lui non si perde d’animo e per mantenere la forma fisica si allena costantemente in palestra fino ad un fatidico giorno di giugno del 2018 quando i chirurghi decidono di sostituirgli il legamento rotto con il tendine rotuleo. Poi la lunga fase della riabilitazione durata circa 10 mesi che gli ha permesso di riprendere a correre e a saltare. Si arriva quindi ai giorni nostri: Jacopo ha finalmente potuto calcare di nuovo il parquet del PalaRosa per la sua gioia e quella dei suoi compagni che lo hanno tanto atteso.

Abbiamo pensato di raccogliere le impressioni del Capitano dell’Under 16 maschile Matteo Fasan, suo compagno di squadra da sempre, del coach Diego Napoli che lo ha visto crescere e del suo attuale allenatore Michele Vida: “Finalmente dopo tre anni torna Jacopo, colui che mi aiutava a tenere in piedi una squadra che camminava scalza su delle pietre ardenti. Ci portavamo la squadra sulle spalleci confida orgoglioso capitan Fasancome dei veri leader, ci aiutavano a vicenda e dimostravano alla provincia intera che non esisteva coppia più forte di noi“.

Sono passati molti anni, la speranza che Jacopo potesse tornare a giocare svaniva ogni giorno, ogni match poi quella speranza si è trasformata in realtà: dopo 3 anni torna colui che ha dipinto i nostri cuori di gioia e continuerà a dipingerli finché la tela non sarà completata. La maggior parte della squadra attuale non ha avuto la fortuna di conoscere Jacopo, una persona splendida, con una grinta rara alla nostra età, con una voglia incredibile di giocare e di dimostrare sempre di più. Spero si riprenda in fretta e ci aiuti a portare a casa risultati ancora più convincenti“.
La notizia del ritorno di Jacopo all’attività agonistica –  racconta con un po di nostalgia Diego Napoli – mi riempie veramente di gioia. “Ho ancora negli occhi il ricordo delle sue inarrestabili incursioni nel cuore delle difese avversarie che contribuirono alla conquista del titolo regionale under 14 nel 2016. Poi quel crudele infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi da gioco per troppo tempo.
Sono convinto che, con la sua voglia e la sua incredibile passione nei confronti del basket, saprà ritornare quanto prima ad essere quel giocatore, quel leader, del quale la sua squadra ha bisogno”.
“Una delle cose che mi colpirono di questa squadra – dichiara Michele Vida era il rammarico con il quale i ragazzi e i dirigenti parlavano dell’infortunio di Jacopo. Cosi come l’entusiasmo per la notizia di un suo ritorno ci ha accompagnato fin da inizio stagione. Vederlo arrivare ad allenamento e riunirsi alla squadra è stata una bella soddisfazione, certamente per lui, ma anche per i suoi compagni. Un grande bentornato dalla tua squadra Jacopo“!
E per concludere con le interviste, non  poteva mancare il commento del rientrato Jacopo che, visibilmente emozionato, ci ha rilasciato queste eloquenti parole: “Ho passato gli ultimi tre anni a preparare il mio ritorno e finalmente quel giorno è arrivato…sono felicissimo ed emozionato… quasi non riesco a credere di essere qui di nuovo ad allenarmi sul parquet del PalaRosa. Spero presto di rendermi utile alla squadra e ringrazio tutti quelli che hanno creduto in me a partire dai coach, dai miei compagni di squadra che mi hanno accolto calorosamente e, non per ultimo, dai miei genitori che mi hanno sempre incoraggiato e sostenuto”.