Basket – La Futurosa sbanca il campo del Rhodigium

È stato una sfida “infuocata” e avvincente quella alla quale ha assistito il numeroso pubblico che ha riempito sabato scorso gli spalti del Palazzetto dello Sport di Rovigo: a scontrarsi la formazione di casa, il Rhodigium Basket, e la Futurosa, rispettivamente seconda e quarta forza del campionato di Serie B, entrambe vogliose di portare a casa il successo per provare a migliorare ancor di più la propria, già ottimale, posizione in classifica.

Le rosanero, vogliose di riscattarsi dall’amara sconfitta di settimana scorsa contro la Junior Basket San Marco, si presentano in campo per il fischio d’inizio con una sorpresa nel quintetto base: coach Alessio Scala infatti prova un’altra nuova soluzione tattica in questa stagione, schierando da subito la 2004 Anna Aizza, ennesima giovane “lanciata” nella mischia.

La partita però non inizia bene per Futurosa che si ritrova in poco tempo a dover rincorrere le avversarie, abili a sfruttare qualche errore banale per portarsi sul 9-1: le rosanero però si “scuotono” in men che non si dica e ricuciono quasi totalmente il gap, chiudendo il primo quarto a -3.

È nel secondo periodo però che si vede il grande potenziale della squadra di coach Scala: grazie ad una difesa quasi impeccabile ma soprattutto ad una Giorgia Sammartini in grande spolvero, autrice di una prestazione da urlo, (saranno ben 27 i punti per lei a fine partita), Futurosa effettua il sorpasso e giunge all’intervallo con un vantaggio di 7 lunghezze.

Al rientro dagli spogliatoi le rosanero provano a scappare via e a chiudere il match, ma le venete sono abili a rifarsi sempre sotto, riuscendo a tenere aperta la partita e a giocarsi il tutto per tutto nell’ultimo quarto.

Gli ultimi 10 minuti di gioco sono da cardiopalma, con le squadre che danno battaglia in campo vogliose più che mai di portare a casa il successo: Rovigo, sospinta dall’enorme tifo del pubblico sugli spalti, dà il via alla sua rimonta, passando dal 34-43 fino ad arrivare al 47-49 ma Futurosa, memore della sconfitta ancora bruciante di settimana scorsa non ci sta, stringe i denti e riesce a piazzare un altro piccolo break, che “taglia le gambe” alle padrone di casa, ormai incapaci di reagire.

Al suono della sirena finale il punteggio è di 52-57 in favore delle rosanero, che meritatamente esultano e portano a casa altri due preziosissimi punti in chiave campionato, agguantando al secondo posto proprio Rovigo e Treviso.

“Abbiamo fatto una grandissima partita, al cospetto di un’avversaria che rispetto alla scorsa stagione si è molto rinforzata e che all’andata ci aveva superato di 11 ma solo nei minuti finali! – è stato il commento di un entusiasta coach Scala – A parte i primi 3 minuti dove siamo stati disattenti su alcune situazioni, poi abbiamo dominato difensivamente, sia sulle loro individualità che sui loro movimenti. È stata una partita dove non abbiamo mai comandato dall’inizio alla fine, nonostante i nostri allunghi e i loro rientri, che però, secondo me, abbiamo condotto e gestito noi. Le ragazze sono state bravissime perché a distanza di una settimana dalla sconfitta contro la Junior, sono riuscite, in una situazione che poteva essere più o meno identica, a controllare tutto il ritmo della partita, i possessi e a portare a casa il risultato, un risultato di squadra! Adesso abbiamo una settimana impegnativa dal punto di vista delle partite con l’U18, in ogni caso ci prepareremo al meglio per la sfida contro la Thermal, che sarà sicuramente una partita di livello, impegnativa, da affrontare con la massima concentrazione!”.