Basket – L’Apu batte Pistoia e aggancia la vetta

L’Apu, con il play Giuri mvp, ha ragione della formazione toscana in una gara piacevole e dai buoni contenuti tecnici

APU OWW – GIORGIO TESI GROUP PISTOIA  88 – 83 (21-19; 42-37; 63-65)

APU: Cappelletti 17, Walters 14, Pieri ne, Antonutti 14, Esposito 4, Giuri 21, Nobile 2, Bertolissi ne, Pellegrino 3, Italiano 2, Lacey 7, Ebeling 4. Allenatore: Boniciolli

PISTOIA:  Della Rosa, Utomi 7, Divac ne, Saccaggi 15, Del Chiaro 5, Magro 6, Allinei ne, Johnson 19, Wheatle 19, Riismaa 12. Allenatore: Brienza

ARBITRI: Gonella, Yang Yao, Longobucco

NOTE: Tiri liberi: Apu 25/34, Pistoia 13/22. Tiri da 3 punti:  Apu 7/18, Pistoia 8/25.                        5 falli: Walters, Utomi Johnson.  Tecnico alla panchina di Pistoia e a quella dell’Apu.

LA CRONACA – Tra due seconde nel girone Verde era lecito attendersi una gara gomito a gomito di buon livello tecnico e così è stato, con l’Apu a portare a casa i due punti contro un avversario tosto e con interessanti individualità quali Saccaggi, Johnson e Wheatle. Primo tempo piacevole ed equilibrato, con Pistoia a difendere bene ma inferiore fisicamente alla truppa bianconera, che presenta per la prima volta davanti al pubblico del “Carnera” il resuscitato Lacey, in campo dopo lunga assenza  per motivi fisici e autore di alcune chicche. Apu che si regge sull’asse dei play Cappelletti e Giuri (notevoli le loro prove) e i centri Pellegrino, sempre più a proprio agio in zona calda, e Walters. Parziali che nel secondo quarto vedono le due squadre a contatto di gomito, con il 29-27 Apu al 4’, 37-31 all’8’ fino al + 5 del 9’ (39-34).

Pistoia, con una tripla dall’angolo di Saccaggi si porta dopo il riposo, al 4’, a – 3 (49-46) e sorpasso toscano che arriva con Johnson, che insacca una tripla al 5’ (49-51). Tripla messa dentro anche da Cappelletti, cui risponde di nuovo Johnson, in quella che è una “garetta” fra cecchini per il 55 pari del 7’. Partita in sostanza da 1-2, con un numero di Lacey sotto misura a infiammare il palazzetto e Saccaggi dalla lunghissima a riportare avanti la formazione toscana (59-60). Equilibrio che permane anche nel quarto conclusivo, con l’Apu a pasticciare in avvio mentre Pistoia, badando al sodo, viaggia a + 2 (67-69) al 3’. Walters  controsorpassa sottomisura al 5’ (73-72) ma Udine non riesce a scrollarsi di dosso gli avversari, pure se un triplone di Giuri, il miglior bianconero, dà la scossa dell’82-77 a 1’13” dalla fine. A 7”9 dalla conclusione il vantaggio friulano è ancora risicato (86-83) ma Antonutti mette le cose a posto per il +5 che consolida Udine nelle alte vette del gjrone. (Edi Fabris)