Basket – L’APU fa sua gara-1 contro Scafati

In un incontro intenso al “Carnera” contrassegnato dalle difese e dal tiro dalla lunga, la formazione di Boniciolli porta a casa la prima chance verso la finale per la promozione nella massima serie

APU OWW – GIVOVA SCAFATI    96 – 91 (23-18; 49-37; 74-60)

APU: Johnson 15, Deangeli 3, Amato, Schina, Antonutti 10, Agbara ne, Mian 15, Foulland 11, Giuri 14, Nobile 11, Pellegrino 8, Italiano 9. Allenatore: Boniciolli

SCAFATI: Gaines 17, Musso 11,  Palumbo 12, Marino 3, Thomas 12, Cervi,   Rossato 13, Sergio 5, Benvenuti 2, Cucci 16. Allenatore: Finelli

ARBITRI: Caforio, Marziali, Perucco

NOTE: Tiri liberi: Apu 14/21, Scafati 19/27. Tiri da 3 punti: Apu 16/34, Scafati 8/26. Uscito per 5 falli: Rossato.

UDINE – Nel giorno del ritorno del pubblico al “Carnera” (500 spettatori con anche un cospicuo numero di ultras) l’Apu porta a casa gara-1 della semifinale play off in una gara di grande intensità, con buona difesa di entrambe e attacchi votati in primis alle soluzioni dalla lunga, con Udine al 47,1 e i campani al 30,8. Equilibrio rotto dopo un inizio gomito a gomito dopo che la Boniciolli band ha preso le misure al molleggiato Gaines, con l’Apu a segno con percentuali elevatissime al tiro (9/14 da 3 contro il 4/11 di Scafati nei primi 20’) e allargandosi in progressione nel secondo quarto  con le triple di Deangeli, Johnson, Pellegrino e Giuri fino al vantaggio massimo di +14 (44-30) dell’8’. E ottimo il primo quarto di Fabio Mian, con 2/2 dalla lunga, uno dei quali di tabella, e di Nobile. Una gara di tiro fra due squadre dalle efficaci bocche da fuoco e scarsi sviluppi sotto canestro e show time in avvio di terzo quarto di Fabio Mian, con due super triple che portano Udine a +16 (55-39).

Ottima difesa friulana che irretisce Scafati, a canestro con le sortite di Gaines ma sempre a distanza di sicurezza (67-56 Apu all’8’), con Foulland pescato sotto in due occasioni per il +14 (72-58) a 1’20” dalla fine di terzo quarto.  Ultimo quarto che però non va così liscio per l’Apu, che patisce la difesa di Scafati e le triple di Rossato e dell’ex snaiderino Musso per l’esiguo 77-74 del 3’. Udine non trova tiri facili e Scafati, con Rossato dalla media si porta a -1 (77-76) ma  rialza la testa riportandosi avanti a distanza con una tripla di Giuri e una a seguire di Johnson (86-80 a 2’56” dalla fine), con Italiano in versione all around. Il rush finale è intenso, Scafati non molla,  Johnson mette la ciliegina dalla lunga del 91-82 ma ancora non basta e la sicurezza, dopo la serie di falli sistematici, giunge dalla lunetta con il 2/2 di Giuri. Domani, martedì, alle 19,30 ancora al “Carnera” gara-2 prima del ritorno in Campania. (Edi Fabris)