Basket – L’APU pasticcia nel finale e Forlì la castiga

Seconda sconfitta consecutiva per Udine, che dopo una gara a contatto di gomito con i romagnoli, s’impapera nei secondi finali con uno dei suoi giocatori migliori, Amato, perdendo 80 – 74

L’incredibile a 29” e spiccioli dalla fine di un incontro condotto spalla a spalla con Forlì, quando sul 77-74 per i padroni di casa l’Apu ha l’occasione del possibile aggancio: ma Amato, ricevendo da un passo la rimessa dal fondo di Antonutti e in assoluta libertà, si fa banalmente sfuggire dalle mani il pallone, che carambola sul fondo. Rimessa che passa ai romagnoli e l’inflessibile Giachetti, match winner dei suoi, a mettere dentro la doppia del 79-74, chiudendo in pratica la gara. Un’occasione perduta di rialzare la testa dopo il precedente stop interno con l’Urania Milano, pure se in classifica la formazione di Ramagli permane in zona play off, con la possibilità di tornare alla vittoria mercoledì alle 20,30 al “Carnera” nell’infrasettimanale con Ferrara.

A Forlì, pure se con troppe palle perse e con percentuali mediocri sul perimetro, Udine se l’è giocata e soprattutto quando è riuscita ad innescare sotto canestro Beverly, sicuramente il miglior bianconero. Con punteggio sempre in equilibrio (36-35 al riposo, 42-42 in avvio di terzo quarto, sorpasso 70-71 al 6’ della frazione conclusiva) l’Apu ha vanificato appunto la rincorsa con la papera conclusiva e proprio con quell’Amato che invece era stato l’eroe del blitz di Verona a fine dicembre. Cose di sport. (E.F.)