Basket – L’assistant del Cus Trieste Faraglia: “Domenica c’è bisogno di tutti”

In casa Cus Trieste ci si lecca le ferite, dopo l’ultima sconfitta con Mirano: domenica 5 (ore 18.00 – PalaOpitergum Via Pontremoli, Oderzo) i ragazzi triestini andranno a far visita al Basket Oderzo, che attualmente ha 10 punti in classifica, due in meno rispetto al team targato IS Copy. Ancora coach Gianluca Pozzecco assente, in casa Cus e dunque la responsabilità di guidare la squadra spetterà a Dejan Faraglia, giovane tecnico classe 1988 che fin da inizio stagione sta alacremente lavorando in palestra per portare il suo contributo. 

Una partita, l’ultima, in cui avete operato una bella rimonta ma che poi non si è concretizzata: qual’è la tua analisi? 

“Guardando le due formazioni, sulla carta, non ci doveva essere storia ma alla fine è stata Mirano a festeggiare. Dopo lo sbandamento iniziale, l’inerzia è passata nelle mani dei veneziani ma noi, con buoni cambi e tanta fatica, abbiamo ritrovato la via del canestro e punti importanti che ci hanno anche portato sul +1: questo però è uno sport che si basa su episodi e scelte: due canestri in più, una palla vagante che ci arriva fortuitamente in mano, un fischio a favore sui contatti… allora parleremmo di un altro finale. Quello che dobbiamo fare è voltare pagina e prepararci alle prossime partite”. 

Hai un’importante responsabilità in questo periodo, come la stai vivendo ed il gruppo come risponde? 

“La mancanza di Pozzecco si fa certamente sentire, e gli mando un grosso abbraccio in attesa di rivederlo in palestra. Sicuramente continuiamo a seguire le sue linee guida e cercherò di far sentire il meno possibile la sua mancanza: con la squadra c’è sintonia, anche se stiamo vivendo un periodo un pò delicato, ma sono fermamente convinto che insieme ce la faremo”. 

Domenica si va a Oderzo: un’avversaria di indubbio valore che si sta facendo largo in campionato. La tua personale disamina del match e, secondo te, cosa dovrete fare per vincere? 

“Domenica, in campo, dovrà scendere un Cus modalità inizio stagione. Avrò bisogno dell’apporto di tutti i giocatori, nessuno escluso: e poi, si sa, il campo dirà la sua”.