Basket – L’UBC passa nella tana del Cus Trieste

Sconfitta casalinga per l’IS Copy Cus Trieste, nell’anticipo della seconda giornata di andata del campionato di C Silver: i ragazzi di Gianluca Pozzecco si piegano allo scadere, 66 – 68, contro la blasonata Blanc Ubc Udine, quest’ultima all’esordio stagionale dopo il turno di riposo della prima giornata. 

Ancora senza poter contare su Vrbaski (in attesa di tesseramento) e con Bianchini malconcio, i triestini comunque si scontrano con un team che conosce bene la categoria, ben allenato e con un collettivo solido: fin dall’inizio, infatti, il Blanc si mostra determinato e soprattutto voglioso. Le palle vaganti sono tutte dei friulani, con capitan Trevisini ad orchestrare magnificamente i ritmi in cabina di regia: quattro le triple a segno da parte degli ospiti nella frazione di apertura, mentre il Cus è una pallida fotocopia della squadra vista a San Daniele e chiude il quarto con sei punti di ritardo: con il passare dei minuti, la partita si fa sempre più appassionante e combattuta, anche se le difese hanno nettamente la meglio sugli attacchi. L’atletismo di Pignolo e l’esperienza di Moretti sono utili, mentre a livello fisico l’Ubc cerca di mettere in difficoltà la formazione triestina: la risposta arriva dall’intensità e dall’energia di Federico Gallo e Sasha Vidrini (32 punti in coppia), che riescono a riportare l’IS Copy a contatto all’intervallo grazie al loro entusiasmo. 

Nel terzo periodo, il Cus prova la difesa a zona ma Udine la “apre” efficacemente: una bomba di Moretti, insieme alla concretezza di Joency Felix Cruz (sei punti nella frazione) tengono sempre avanti l’Ubc Udine; dall’altra parte, invece, è Mauro Lazzari a trovare qualche conclusione importante, mentre Federico Gallo continua a crivellare il canestro sfruttando atletismo e capacità di subire fallo. L’IS Copy, però, continua a sbagliare troppo sia da fuori che ai liberi (15/27 in lunetta e 3/19 complessivo per gli universitari): è +4 Ubc al 30’, poi nell’ultimo periodo succede di tutto. Sembra possibile l’aggancio per i padroni di casa, ma Paradiso non ci sta e tiene avanti i suoi colori: a pochi minuti dalla fine, è +6 per Udine. Il Cus non molla e riesce a rimanere a contatto grazie ad un Vidrini incontenibile: sul 63 – 65, coach Pozzecco viene espulso per proteste. Tre tiri liberi per Udine, che ne segna solamente uno: dall’altra parte, Luca Martinuzzi si butta dentro e trova un gioco da tre punti sbagliando però il libero (65 – 66). Ancora un’occasione per il Cus, però, visto che Udine perde palla e Gallo viene mandato di nuovo in lunetta: a 7’’ dal termine, il giocatore triestino segna un libero su due: time out Ubc e rimessa in attacco, con capitan Trevisini che si prende la responsabilità del tiro finale e lo indovina, a due secondi dalla sirena, dando il +2 conclusivo all’Ubc e vanificando il “tiro dell’Ave Maria” da metà campo del Cus. 

CUS TRIESTE – UBC UDINE   66 – 68

IS Copy Cus Trieste: Antonio, Gallo 15, Saggese ne, Zanini 5, Martinuzzi L. 10, Bianchini 4, Vidrini 17, Lazzari 14, Gallocchio 1, Martinuzzi F., Ostan ne, Giampaoli ne. All. Pozzecco

Blanc Ubc Udine: Trevisini 13, Visintini 5, Bovo, Moretti 15, Tambosco, Zanelli, Pignolo 5, Agbara 4, Cruz Felix 7, Paradiso 15, Favero ne, Azzano 4. All. Silvestri

Parziali: 13-19; 33-36; 49-53

Arbitri: Romeo e Lunardelli