Basket – Nobile: “Cerchiamo l’amalgama”

Vito Nobile analizza la prima uscita dell’Apu in corso d’opera

Vernice riuscita per L’Apu a Tarvisio contro una tosta S.Vendemiano. Ne è convinto anche Vittorio Nobile che al termine della gara analizza i 40 minuti disputati.
Come pensi che abbia giocato la squadra con la nuova tattica dei 2 play?
-“Questa tattica è un tipo di gioco nuovo a cui non siamo abituati come squadra e come movimento italiano quindi dobbiamo allenarci per trovare nuovi tempi e spaziature migliori per perfezionare il gioco, ma stasera mi ritengo contento.”-
Come vanno le relazioni con i tuoi compagni di squadra? Sono agevolate dal fatto che in gran parte siete friulani?
-“Nella squadra ci sono giocatori di talento tecnico e fisico con cui ci conosciamo da molti anni, è bello trovare dei compaesani con cui poter parlare in slang (dialetto friulano), ma in generale, tutti i giocatori sanno cosa vuol dire giocare per Udine. “-
Una curiosità, avete un rito o un portafortuna prima delle partite?
-“Sono molto personali, ogni giocatore ha uno o più segni scaramantici ma sono tutti diversi tra loro e sono assolutamente segreti.”-
Hai un consiglio particolare per i giovani atleti che vi seguiranno anche in questa stagione nel tentativo di raggiungere la serie A1?
-“Intanto devo dire che gli Under son stati bravi in questo ritiro: hanno seguito i nostri ritmi ed esigenze. Hanno la fortuna di aggregarsi a noi come io ho la fortuna di giocare con un atleta di livello come Marco Cusin, che ha partecipato ai Mondiali. Tutto questo è fonte di ricchezza umana e soprattutto sportiva. Avere una passione così forte è una cosa magnifica. L’unica cosa che mi sento di dire loro è di continuare a impegnarsi e di non aver paura di commettere errori.”- La prova del nove sarà il prossimo weekend al palasport Carnera, nell’attesissimo derby regionale che vedrà l’Apu in campo con Trieste nell’ambito del torneo Pajetta. In seguito la squadra incontrerà Torino e Venezia.

Giulia Pascutti