Basket – Serie D: il Cus Trieste batte un’incerottata Interclub 75-69

Cus Trieste – Interclub 75-69 (18-19;40-34;60-49)
Cus Trieste: Sartori, Pertoldi, Spangaro 4, Zanini 6, Castellarin 7, Martinuzzi 22, Marsiglia, Macoratti 11, Lazzari 10, Gallocchio 3, Martinuzzi 10, Giuliani 2. All.: Pozzecco
Interclub: Gelleni, Lavince M. 2, Manuelli S. 12, Zampa, Tonut 25, Bembich 13, Gherbez 3, Sodomaco 4, Bernich, Lavince F. 10. All.: Zgur
Un Interclub mai doma e decimata dalle tante assenze (out Caineri, Rakic, Rebelli e Ivan Manuelli) nell’anticipo della settima giornata del girone di ritorno cede con l’onore delle armi dinanzi alla capolista Cus lottando per tutto l’arco dei 40′ nei confronti di un’avversaria che più volte ha provato ad “ammazzare” la partita senza però riuscirvi.
La cronaca. Muggia parte subito forte e grazie a Tonut dopo 2′ si porta avanti di 5 lunghezze (1-6), il Cus trova la reazione con il duo Lazzari-Martinuzzi (5-6), la partita a questo punto entra nel vivo e il buon momento dei rivieraschi si concretizza con i canestri del tandem Bembich-Tonut a regalare il +5 ospite al 4′ (5-10). Sotto le plance l’Interclub commette l’errore di concedere troppi secondi tiri che favoriscono il recupero degli universitari abili a trovare al 7′ con Spanghero il primo sorpasso della gara in un equilibrio che si protrae sino alla conclusione del quarto con il tabellone ad indicare +1 a favore di Muggia (18-19).
Il secondo periodo viene sbloccato dalla tripla di Martinuzzi (21-19) a cui fa seguito il canestro del pari di Francesco Lavince (21-21), le troppe forzature in attacco accompagnate da diversi palloni persi da sponda muggesana mettono in condizione il Cus di trovare un parziale di 8-0 (29-21 al 13′) interrotto dalla tripla di Bembich (29-24). Sodomaco (30-26) e Tonut (32-28) provano a ridurre il gap ma questo viene nuovamente dilatato dalla formazione di coach Pozzecco che aumentando l’intensità offensiva allunga il passo portandosi sul +8 (40-32), il canestro di Francesco Lavince a fil di sirena manda le 2 formazioni negli spogliatoi distanziate di 6 punti (40-34).
La ripresa si apre con la tripla di Bembich (40-37), il Cus prova a dare un nuovo scossone (46-39) ma Muggia rimane agganciata sino al 24′ (46-43) quando subisce un break di 7-0 che la manda per la prima volta sotto in doppia cifra (53-43 al 27′), la frazione si chiude con gli universitari avanti di 11 lunghezze (60-49).
La sostanza non cambia sino a 3′ dal termine quando dietro anche di 15 punti (71-56) l’Interclub trova l’orgoglio necessario a riaprire la contesa: le bombe di Francesco Lavince, capitan Manuelli e Bembich, inframezzate dal canestro di Martinuzzi, rendono l’esito del match alquanto incerto (73-67) sino a 10” dalla sirena quando la tripla del possibile -3 da parte di Tonut si va ad infrangere sul ferro, dal versante opposto Martinuzzi ai liberi non sbaglia (75-67), Bembich quasi allo scadere chiude la sfida siglando il definitivo 75-69.
Chiara l’analisi di coach Zgur: “Partita generosa la nostra, i ragazzi nel complesso hanno fatto quanto richiesto mettendo in campo impegno ed intensità. Sul piano offensivo c’è stata qualche difficoltà iniziale ma poi nella seconda parte siamo migliorati. In difesa la coperta decisamente corta nel reparto lunghi ci ha penalizzato anche se nel complesso posso ritenermi soddisfatto in quanto non abbiamo mai mollato rimanendo sino alla fine a contatto dell’avversario, soffrendo meno ai rimbalzi probabilmente avremmo portato a casa l’incontro”.