Basket – Serie D: Muggia regola il Don Bosco 77-71

Don Bosco – Interclub 71-77 (15-13;32-39;56-57)
Don Bosco: Bratos G. 6, Bratos L. 16, Covelli 11, Garbassi 1, Milojkovic 2, Carlin 21, Milisavljevic, Katalan 2, Sabadin, Berra, Prandi 12, Butti. All.: De Colle
Interclub: Gelleni 9, Rebelli 23, Lavince M., Manuelli S. 6, Zampa 5, Tonut 18, Bembich 7, Sodomaco, Rakic 2, Bernich, Caineri 5, Lavince F. 2. All.: Zgur
Secondo successo consecutivo dei rivieraschi vittoriosi sul campo del Don Bosco al termine di una gara combattuta dove l’Interclub nel finale ha dimostrato una maggiore concretezza nell’ottenere la vittoria utile a proiettarla nelle parti alte della classifica.
L’avvio non è dei migliori per Muggia soprattutto in difesa dove concede troppi spazi di manovra ai biancoverdi che ne approfittano con capitan Carlin, autore di tre bombe consecutive, a mantenere in parte le redini del gioco anche se l’Interclub rimane sempre attaccata all’avversaria pareggiando a più riprese i conti (6-6;11-11). Nonostante qualche azione di troppo sprecata a livello offensivo la formazione guidata da coach Zgur resta in scia chiudendo la prima frazione sotto di 2 lunghezze (15-13).
Le situazione in casa muggesana migliora sensibilmente nel periodo successivo: l’asse composta dal duo Gelleni-Tonut mette la freccia del sorpasso (20-24), dopo l’inframezzo del canestro di Katalan (22-24) le triple di Rebelli e Caineri (22-30) creano il primo strappo della partita. La reazione del Don Bosco si concretizza nelle mani di Prandi (32-35), ma Muggia non allenta la presa in maniera particolare sotto l’aspetto difensivo dove limita al meglio la potenzialità d’attacco dei salesiani anticipandone spesso le tempistiche. Due conclusioni dalla media distanza di Rakic e Rebelli rispediscono l’avversaria sotto di 7 punti (32-39) all’intervallo lungo.
Alla ripresa delle ostilità i salesiani con Prandi e Carlin partono subito forte innescando dalla loro un break di 9-0 (41-39), accusato il colpo l’Interclub riordina le idee trovando in Caineri il pareggio (41-41) per un equilibrio che rimane sostanzialmente tale sino alla fine del periodo (56-57). Nelle file di Muggia va senz’altro sottolineato il buon quarto di Gelleni sotto le plance coadiuvato da un altrettanto positivo Bembich con quest’ultimo a mettersi in evidenza pure nel trovare valide “spaziature” in attacco che gli hanno consentito di siglare importanti canestri dall’angolo.
La situazione rimane pressoché invariata sino a 1’40” dalla sirena finale quando una tripla di Rebelli (68-71) e i conseguenti due tiri liberi aggiuntivi (fallo più tecnico di Giacomo Bratos sul numero 5 muggesano) messi a segno (68-73) scavano un solco che si rivelerà alla fine dei giochi determinante alla vittoria ospite (71-77).
Avevo preventivato -spiega coach Zgur questa sfida come la più difficile del girone di ritorno soprattutto per l’approccio da mettere in campo nei confronti dei salesiani che, nonostante l’ultimo posto in classifica, si sono dimostrati tra le proprie mura una formazione certamente viva. Non siamo partiti bene ma nel secondo quarto abbiamo subito rimediato in difesa ragionando anche in fase offensiva facendo vedere buone cose sotto canestro. Nella ripresa la squadra è tornata sul parquet piuttosto molle e contro la difesa a zona adottata dal Don Bosco ci siamo intestarditi favorendo il loro recupero in una gara che si è poi incanalata, sino in fondo, sul binario dell’equilibrio. Ancora una volta però, in un finale punto a punto, i ragazzi sono stati capaci di gestire al meglio la situazione maturando ulteriormente una mentalità vincente, cosa non di poco conto vista l’età media piuttosto bassa del roster”.