Basket – Terza vittoria consecutiva, l’APU risale ancora

Udine fa sua una gara a viso aperto contro la pari-classifica Piacenza, riproponendosi nelle alte vette della classifica del girone Verde alla vigilia della trasferta di Casale.

APU OWW – ASSIGECO PIACENZA  94 – 82 (30-20; 49-41; 70-65)

APU: Johnson 20, Mussini 6, Deangeli 5, Spangaro ne, Schina, Antonutti 14 , Mobio 7, Agbara ne, Foulland 14, Giuri 13, Pellegrino 8, Italiano 7. Allenatore: Boniciolli

ASSIGECO: Mc Duffie 23, Voltolini ne, Perotti ne, Poggi, Molinaro 1, Formenti 6, Gajic  3, Guariglia 7, Massone 4, Carberry 26 , Jelic, Cesana 12. Allenatore: Salieri

ARBITRI: Perocco, Foti, Canci

NOTE: Tiri liberi: Apu 13/14, Piacenza 10/13. Tiri da 3 punti: Apu 13/27, Piacenza 12/21. Nessun uscito per 5 falli.

LA CRONACA – Vittoria senza affanno delll’Apu in una gara a viso aperto con una buona Assigeco, che ha ricevuto il buon contributo dalla coppia americana Mc Duffie – Carberry ma poco o nulla dal resto della comitiva, a tutto vantaggio di una formazione di Boniciolli che ha giocato di squadra, con Johnson sopra le righe. Basket soft, quello proposto da entrambe nella prima parte di gara, con falli sulle punte delle dita e buone percentuali, con Johnson e un ritrovato Giuri in palla sul perimetro e Foulland e Pellegrino a farsi sentire sotto canestro, e vantaggio friulano a lievitare (30-20 al 9’, 18’ 45-33 dopo una tripla di Mobio). Sul fronte opposto gli spauracchi Mc Duffie e Carberry facevano il loro senza fuochi artificiali, a testimonianza della buona difesa operata dai bianconeri.

More solito l’Apu nel terzo quarto si faceva però rimontare, con i due americani di Piacenza in cattedra supportati da un Cesana cecchino sul perimetro, per il 64-63 del 7’, anche se Deangeli e Antonutti con  due soluzioni dalla media e una penetrazione del capitano riportavano un minuto dopo in quota i bianconeri (70-63), supportati da una buona difesa. Piacenza era sempre lì ma Johnson sul perimetro era una sentenza e approfittando anche di tiri facili manteneva in quota Udine: sua la tripla dell’ 81-70 del 4’, con Foulland in semigancio ad allargare il vantaggio al 6’ (85-72). L’Apu stava sul pezzo mentre Piacenza forzava il tiro, con Carberry a centrare comunque la retina dalla media con buona precisione e Mc Duffie a cercare spazi sotto. Un rush finale comunque improduttivo, quello della formazione di Salieri, e Udine inanellava così la terza vittoria consecutiva, ribaltando pure a proprio favore la differenza canestri di -9 della gara d’andata con i piacentini. (Edi Fabris)