Basket – Udine con soli 8 giocatori a referto cede a Orzinuovi

Con l’organico colpito dal covid, ancora priva di Johnson e Amato, l’Apu perde all’overtime contro una solida formazione lombarda al suo sesto successo consecutivo

APU OWW UDINE – AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI         72 –76     (dopo 1 ts) (17-15; 32-36; 54-54; 66-66)

APU: Mussini 12, Deangeli 4, Antonutti 12, Foulland 10, Giuri  10, Nobile 11, Pellegrino 2, Italiano 11. Allenatore: Boniciolli

ORZINUOVI: Rupil  8, Miles 19, Mastellari 5, Cassar, Guerra ne, Galmarini 2, Negri  2, Tilliander ne, Zilli 4, Spanghero 19, Hollis 17. Allenatore: Corbani

ARBITRI: Bartoli, D’Amato, Lupelli

NOTE: Tiri liberi: Apu 12/19, Orzinuovi 9/13. Tiri da 3 punti: Apu 6/29, Orzinuovi 9/32. Nessun uscito per 5 falli.

LA CRONACA – Ancora priva dei cardini Johnson e Amato, con la rosa falcidiata dal covid e con soli otto uomini a referto, l’Apu viene sconfitta all’overtime dalla solida Orzinuovi degli ex Zilli e Spanghero dopo una buona prestazione in cui ha brillato il nuovo play Mussini. Con Foulland a presidio della zona calda, puntando sulla fisicità contro un avversario preceduto dalla fama di killer sul perimetro, la formazione di Boniciolli ha funzionato in difesa, con nei primi due quarti Orzinuovi limitata al 4/15 dal perimetro (Apu dal canto proprio su un altrettanto scarno 2/12) e punteggi in bilico fino al 30-36 lombardo sulla tripla di Rupil al 9’ della seconda frazione.

Orzinuovi, difendendo reiteratamente a zona, ha limitato il potenziale degli esterni bianconeri, con la rapidità di Mussini e la fisicità sotto canestro di Foulland a mantenere però in corsa l’Apu (47-45 a metà terza frazione). Una tripla di Spanghero riportava in equilibrio il punteggio all’8’ (52-52),  portando le squadre a un’altra partita da decidere negli ultimi 10’.  E’ Mussini a conferire ritmo al gioco dell’Apu, che con una tripla di Antonutti provava lo stacco al 5’ (64-61)  ma Spanghero, autore di un’ottima gara, ricuciva costantemente gli strappi e nella volata finale, Hollis (2+1) e Giuri (2/2 in lunetta) portavano le squadre al supplementare, dove Mastellari e Miles firmavano il sesto successo consecutivo dei lombardi. (Edi Fabris)