Basket – UEB Cividale vince gara 5 e vola in A2

Il colpo d’occhio che presentava il palazzetto di Via Perusini era già da serie A2 con 2.728 spettatori e complice anche l’assonanza cromatica dei colori sociali degli ospiti era una davvero una marea gialla che riempiva praticamente ogni posto disponibile e traboccava di tutto l’entusiasmo e la passione che sono via via cresciuti esponenzialmente dall’inizio dei play-off in tutto l’ambiente delle Aquile, accorso per sostenere i propri beniamini per superare l’ultimo, decisivo, ostacolo verso il coronamento di un sogno nato due anni fa, in piena pandemia, e sul quale nessuno razionalmente era disposto a scommettere un euro sul suo avverarsi in tempi così rapidi e con il crescendo impressionante di questa stagione, dove i ragazzi del Presidente Micalich e di coach Pillastrini hanno vinto ben 32 sulle 42 gare disputate prima dell’ultimo atto di stasera.

Contrariamente a quanto era successo nelle precedenti quattro gare, tutte combattute, contro ogni previsione la Gesteco ha conquistato la promozione con una gara straordinaria, mai in discussione, condotta con ampio margine e che ha fatto gioire un’intera comunità, ben più ampia del cividalese.

In partenza Pillastrini si affida ai collaudati Rota, Chiera, Miani, Mouaha e Battistini e le fasi di avvio dell’incontro vedono Vigevano cercare insistentemente la via del tiro dalla distanza e Cividale ribattere con azioni manovrate supportate da una supremazia netta sotto le plance e guidata da un Miani “on fire” si porta avanti sul 14-07 a 5’10”. Nella seconda parte Pillastrini inserisce Cassese e Almansi per Rota e Mouaha, ma nel giro di un amen due azioni da tre punti degli ospiti impattano con mercante sul 16-16 a 3’56” ; la Gesteco però non perde la bussola e ancora con due incursioni di Miani e unn tiro di Almansi si riporta avanti 22-16 a 2’02”. prima di toccare il massimo vantaggio a + 8 con due punti di Paesano a 36” con il tempo che si chiude meritatamente 24- 17 per i padroni di casa. Nella seconda frazione Cividale spinge il + 12 a 7’25” con una tripla di Rota e due punti di Paesano per il 31-19 e coach Piazza costretto a chiamare minuto per bloccare l’inerzia a sfavore dei suoi; ma la ripresa del gioco assiste ad una schiacciata di Battistini che fa esplodere il palazzetto e dà il + 14 (33-19) a 5’27” mentre Vigevano continua a litigare con il canestro; adesso Cividale cerca di rallentare il gioco e due liberi di Mouaha, una penetrazione di Ohenhen e un punto di Battistini danno il massimo vantaggio (40-21) a 3’07” e poi si arriva all’intervallo lungo con il tabellone fermo sul 47-28. Il terzo periodo si apre con due triple di Rota, una di Battistini e una penetrazione di Chiera per il 58-30 a 6’37” che mandano alle stelle il pubblico di casa e costringono coach Piazza a richiamare i suoi che stasera non riescono ad avere percentuali al tiro in grado di contrastare i ducali. La ripresa de l gioco vede subito una tripla di Chiera e una di Mouaha e il punteggio assume proporzioni devastanti (64-31) a 5’18” prima che Rossi e Procacci limino il divario con il tabellone sul 66- 40 a 3’58”. Adesso la Gesteco rallenta il ritmo mentre gli ospiti cercano ancora con il tiro dall’arco di rientrare in qualche modo nel match ma l’impresa è davvero disperata, nonostante alla fine del terzo quarto il divario si sia parzialmente ridotto a – 21 (70-48). Nell’ultimo periodo ci vorrebbe più di un miracolo agli uomini di coach Piazza perché a 6’06” dalla fine il tabellone segna 75-53 e il tempo scorre inesorabile verso la sirena finale senza che la Gesteco, pur perdendo precisione al tiro, non smarrisce l’attenzione difensiva e la fatica inizia a farsi sentire. L’ultimo scampolo di serie B per i ducali è una’attesa trepidante alla sirena finale perché a 2’30” il vantaggio è costante (80-57) e si concretizza con il tripudio dell’82-63 finale.

Il sogno è diventato realtà, l’entusiasmo genuino e straordinario si è scatenato alla fine in lunghi festeggiamenti perché nella prossima stagione Cividale sfiderà Udine in serie A2. Against all odds, cantava Phil Collins!

Giuseppe Passoni

UEB GESTECO Cividale – ELACHEM Vigevano 82-63

(24-17, 47-28, 70-48)

UEB GESTECO CIVIDALE

Miani 15 (6/7, 1/2), Cautiero n.e., Chiera (k) 9 (2/5, 1/2), Cassese 10 (½, 2/4), Mouaha 6 (0/1, 1/1), Eugenio Rota 13 (1/4, 3/5), Battistini 13 (3/7, 1/3), Frassineti n.e., Almansi 4 (2/2, 0/4) Paesano 8 (3/5, 0/1), Micalich n.e., Ohenhen 4 (2/4).

Allenatore: Stefano Pillastrini

Vice: Giovanni Battista Gerometta e Marco Milan

Tiri liberi 15/20, Tiri da due 20/36, Tiri da tre 9/22, Rimbalzi 40 (31 dif. 9 off.)

ELACHEM VIGEVANO

Ferri 6 (2/5, 0/3), Radchenko, Procacci 15 (3/7, 3/5), Mercante 13 (4/6, 1/4), Cianci n.e. , Giorgi 7 (2/2, 0/1), Gatti 5 (1/3, 1/2) Spaccasassi n.e., Rossi (k) 4 (0/3, 1/3), Peroni 13 (2/4, 2/12).

Allenatore: Paolo Piazza

Vice: Guido Veneroni e Andrea Cerri

Tiri liberi 11/16, Tiri da due 14/30, Tiri da tre 8/30, Rimbalzi 27 (20 dif. 7 off.)

Arbitri: Giuseppe Scafò (RC) e Fabrizio Suriano di Torino

Spettatori 2.738.