Bettarini: “Con la rosa dimezzata niente miracoli”

L'esperto tecnico di Tarcento, Lorenzo Bettarini
L'esperto tecnico di Tarcento, Lorenzo Bettarini
L’esperto tecnico di Tarcento, Lorenzo Bettarini

Con il turno di riposo nell’ultima giornata si è chiusa una regular season sfortunata per Tarcento, che da aspirante alla promozione nel campionato di C regionale è scivolato fino al penultimo posto e dovrà ora affrontare i play-out per la permanenza nella categoria. Se nelle prime dieci partite la squadra era lanciata in seconda posizione con un bottino di ben sette vittorie, il girone di ritorno ha visto gli uomini di Lorenzo Bettarini raccogliere la miseria di quattro punti.

L’esperto tecnico spiega così la doppia faccia mostrata dalla sua formazione: «Per una serie di cause ci siamo ritrovati di punto in bianco con la rosa dimezzata, avendo perso Adami, Gabrici, Tomic e Pappalardo per infortuni più o meno seri, Bellina per paternità e Gozzi per motivi di lavoro. Abbiamo cercato di far fronte a questo grosso handicap con l’innesto di Daniotti e dei due giovanissimi Zucchiatti e Clemente, ma non è bastato per evitare una brusca e inesorabile flessione».

Inevitabile dunque la stanchezza fisica degli appena sette giocatori che Bettarini ha avuto a disposizione per più di due terzi di campionato. «Oltre ai tre rinforzi già menzionati, ho potuto contare unicamente su Bagnarol, Munari, Tomic e Martinelli come presenze fisse in allenamento e in gara – puntualizza l’allenatore – . Sono stati comunque bravi a giocare con forte determinazione anche in una situazione di tale difficoltà, perdendo la maggior parte dei match solo a causa di brevi momenti di black-out. Escludendo Codroipo, Monfalcone, Fagagna e Ubc, altre sconfitte con un passivo pesante non ne abbiamo subite».

Il primo pensiero di Bettarini va ora ai play-out, dai quali spera di ottenere la salvezza il più presto possibile. Dopodiché «spetterà alla società compiere le dovute valutazioni per rimpolpare l’organico e scongiurare il ripresentarsi del problema panchina corta».

Il tecnico di Tarcento individua infine rivelazioni e conferme del campionato e fa un personale pronostico su chi riuscirà nel salto di categoria. «Non mi aspettavo la Credifriuli Cervignano a lottare nelle zone alte della classifica, così come mi ha impressionato il finale di stagione della Blue Service Fagagna, guidata con gran carattere da Enrico Musiello. Per quanto riguarda il discorso promozione vedo favoritissima la Falconstar Monfalcone, mentre credo che Rorai abbia perso un po’ di smalto a seguito della partenza di Riccardo Truccolo». (Lorenzo Paussa)