Capolavoro Castelvecchio: si vola in Spagna!

Favola Castelvecchio. Gradisca vince tutte le partite nel girone di Eurocup disputato alla Getur di Lignano e puo’ proseguire il suo sogno internazionale.

Prem.

I ragazzi di Cricco hanno fatto percorso netto nel concentramento di Lignano, organizzato proprio dalla società biancoblu’. lasciandosi alle spalle i tedeschi del Koln 99, i francesi del Meylan Grenoble, i russi del FSK Baski e gli svizzeri dell’Les Aigles de Meyrin. Grazie a questa prestazione sontuosa, la Castelvecchio giocherà le finali di coppa nel girone di Getafè in Spagna nel mese di aprile.

La prima partita si gioca il venerdì mattina contro i francesi del Grenoble che si dimostrano una bella squadra, molto ben organizzata, con tiratori eccellenti. Per metà partita il Meylan tiene testa alla Castelvecchio, ma nelle fasi finali i gradiscani allungano e vincono meritatamente. La seconda partita Gradisca la gioca il pomeriggio contro la squadra di Colonia, squadra favorita per la vittoria finale. La partita si svolge punto su punto fino al riposo, poi i gradiscani prendono un discreto vantaggio fino al terzo quarto di partita. I tedeschi non ci stanno e cominciano a pressare a tutto campo i giocatori gradiscani che si erano un po’ rilassati e non si attendevano un Koln così veemente. La partita nelle fasi finali vede le due squadre lottare punto a punto su ogni palla, alla fine la Castelvecchio riesce a spuntarla per pochi punti, anche grazie a uno stato di forma eccezionale di Banjac a cui riescono canestri da tutte le distanze. Bravi tutti i giocatori della Castelvecchio che riesca a vincere con la corazzata tedesca, la partita finisce 69 a 66. Le altre due partite di sabato vedono Gradisca contro i russi di San Pietroburgo del Baski, che danno un po’ di apprensione solo all’inizio ma poi cedono nella seconda parte di schianto. L’ultima partita si gioca contro gli svizzeri dell’Les Aygles, squadra cenerentola del girone: alla Castelvecchio basta l’ultimo quarto per prendersi un vantaggio consistente.

Ora Gradisca affronterà nelle fasi finali di coppa le migliori squadre europee in Spagna. “Sarà una sfida molto probante sul piano tecnico e su quello societario – spiega il presidente Egone Tomasinsig – ma la ribalta europea ripaga di tutti questi sacrifici. La dirigenza ringrazia per l’impegno e la voglia di vincere dimostrata dall’allenatore e tutti i giocatori che si sono battuti fino allo stremo, con quattro partite giocate in due giornate”.