Capolavoro super solar, il breg si arrende e san daniele ritrova la dnc

Tomas Pellarini
Tomas Pellarini

Il capolavoro è servito, e la San Daniele che respira basket torna a vele spiegate, dopo due anni di purgatorio, a recitare a livello nazionale.

In gara tre della finale play-off di C2 la Super Solar ha infatti avuto ragione della resistenza, strenua e ammirevole, opposta da un Breg giunto all’appuntamento chiave della stagione ridotto all’osso, ma pur sempre in grado di vendere cara la pelle grazie al quintetto di satanassi con cui Klemen Kladnig ha cercato di piazzare il colpaccio che valeva la salita in DNC.

Semec, un Gori da 24 punti e soci, però, alla distanza si sono dovuti inchinare alla sapienza con cui Vanni Zanon ha saputo impiegare i suoi uomini, alternandoli per tutto l’arco dell’incontro così da mantenere alta l’intensità di gioco e la lucidità al tiro: Attico (21), il solito Campanotto devastante e un capitan Pellarini a tratti addirittura irresistibile sono risultati gli autentici trascinatori della Super Solar San Daniele, che dopo aver chiuso avanti di 8 i primi 20’, ha preso il largo nell’ultimo e decisivo spezzone di gara.

Va dato atto al Breg di essere uscito sconfitto, ma a testa alta; la creatura di Zanon, dal canto suo, ha terminato con il botto una stagione che l’ha vista anche soffrire, ma farsi trovare tirata a lucido nel momento decisivo, quello del play-off, che hanno visto ribaltare i rapporti di forza emersi durante il campionato. E a San Daniele è scoppiata la festa per un’impresa da brividi.