Casarsa sfonda a Cussignacco. Silvani: “Grande reazione”

Matteo Silvani si presenta con una formazione incerottata, priva di Giovanni Bondelli e con Tagliamento e Cengarle non al 100% ma tutti sanno che non saranno consentiti alibi e chi giocherà dovrà farlo senza risparmiarsi.

L’inizio del match vede i Casarsesi brillanti con Pignaton, Dell’Angela e Cengarle che suonano la carica coadiuvati dai compagni. Già al 6′ il vantaggio sui padroni di casa è di 6 lunghezze (11-5) per dilatarsi a +9 a fine di un ottimo quarto (19-10) e questo lascia ben sperare per il prosieguo della gara. Malfante piazza 2 bombe (3 su 4 in questa gara) seguito da Prenassi.

La COOP tiene saldamente in mano il pallino del gioco nei primi 6′ della seconda frazione costringendo gli udinesi a spendere energie per una rincorsa che si fa complicata. Al 5’ il massimo vantaggio è di ben 18 lunghezze con il tabellone che segna un 10 a 28 per i reds. I minuti a seguire sono più difficili per Casarsa: qualche errore genera diverse palle perse che le costano 10 punti con Cussignacco che rientra in partita a -8 alla pausa lunga (25-33).

Il rientro in campo nella 3^ frazione di gioco vede un’altra partita: i ragazzi di Stradolini iniziano a macinare gioco e a far girare palla. Lazzati, Zuliani e Barazzutti  iniziano a mettere in difficoltà gli avversari e riescono a ricucire lo strappo: al 4’,  31-36, all’8’, 46-48 per poi finire il quarto con un solo punto di vantaggio (54 a 55).

L’ultima frazione è un rincorrersi punto a punto fino alla bomba di Barazzutti che porta in vantaggio Cussignacco 69-68. Ma Casarsa non molla e ci crede con lo spirito giusto per aggiudicarsi l’incontro. A stretto giro Matteo Pignaton prende per mano i suoi e, da vero leader, punisce la difesa udinese con un siluro da oltre i 6,75 che riporta in vantaggio Casarsa e dà il là ad una reazione corale che lascia un solo punto agli avversari mentre il fatturato di Casarsa aumenta fino al meritato e definitivo + 7 finale(70-77).

Questo il commento di coach Silvani: “Per vincere a Cussignacco serviva una partita solida e di collettivo. Questo gruppo ha dimostrato alla grande di reagire subito dopo la sconfitta di Aviano. Abbiamo interpretato la partita al meglio, imprimendo da subito ritmo alto e difesa dura. Purtroppo come spesso accade il finale di secondo quarto ci ha penalizzato. Da lì in poi è stata una guerra di nervi. Finiti sotto di uno a 3′ dalla fine e carichi di falli abbiamo avuto la determinazione di riprenderci il match, con “Pigna” che si è caricato la squadra sulle spalle. Sono felice per i ragazzi perché abbiamo sbancato un campo ancora inviolato, e sono ancora più contento perché abbiamo lavorato di squadra sapendo soffrire e dividendoci i compiti nelle due parti del campo. Chi non ha fatto bottino di punti è riuscito a riempire le altre voci dello scout. Marco Malfante poi ci sta dando una spinta in più. Menzione particolare per Matteo Pignaton, che considero un capitano fantastico. La sua determinazione e voglia di vincere è un esempio per tutti noi.”

Libertas Cussignacco vs COOP Casarsa 70-77  Parziali: 10-19, 25-33, 54-55

Casarsa: Dell’Angela 10, Cengarle 10, Indri 4, Stefani 2, Tagliamento 8, Malfante 15, Prenassi 3, Vegnaduzzo ne, Pignaton Mat. 21, Perisan 4. All. Silvani, ass Zamparini

Cussignacco: Tamigi 12, Violino ne, Barazzutti 12, Zuliani 8, Pozzi 13, Lazzati A. 15, Pappalardo 3, Del Bianco 5, Lacovig, Lazzati G. ne, Romeri ne, Gabai 2. All. Stradolini

Arbitri: Sissot e Allegretto