Cavina: “A Cividale per sperimentare”. Sospiro di sollievo per Cortese

Riccardo Cortese in azione (Foto Bonelli)

Coach Demis Cavina presenta così il 2° memorial Pajetta che si giocherà tra venerdì e sabato al PalaLongobardi di Cividale. «Arriviamo da una partita che definirei particolare – dice il tecnico -, non solo per la preoccupazione con cui abbiamo giocato quasi l’intero match dopo l’infortunio di Riccardo Cortese, ma anche perché non ho riconosciuto lo stesso atteggiamento avuto in tutti i precedenti match. Sono certo che la squadra, a prescindere dai risultati, ritroverà questa “garra” nell’ultimo e importante appuntamento precampionato del Pajetta in cui giocheremo contro squadre di categoria superiore che stresseranno le nostre certezze tecniche. Dovremo, inoltre, pensare all’assenza di Riccardo come un’opportunità nel cercare nuove rotazioni e nuove idee tecnico-tattiche che stiamo già provando in allenamento».

Intanto si tira un sospiro di sollievo per le condizioni di Riccardo Cortese: l’infortunio riportato contro Ravenna dovrebbe essere meno grave di quanto ipotizzato sul momento. Lo staff sanitario della società ha provveduto a sottoporre l’atleta ad una risonanza magnetica per verificare l’entità dell’infortunio occorso alla spalla destra in un normale tuffo per provare a recuperare una palla vagante. Dalla risonanza non è emerso alcun tipo di frattura e anche la cuffia dei rotatori non ha subìto lesioni. Restano il trauma e il conseguente versamento che necessitano di un periodo di riposo e delle terapie del caso. Inutile adesso prevedere quando Riccardo potrà riprendere ad allenarsi, ma lo staff medico-riabilitativo lavorerà al massimo per provare a mettere Cortese a disposizione di coach Cavina per la prima giornata di campionato a Imola il 7 ottobre.