Geoclima Fogliano, in finale arriva il Tarcento

serie-c2-geoclima-fogliano-vs-blue-service-collinare-fagagna-77-67-77-di-77-_w420_copyright
Fonte MEGABASKET

Sul suono della quarta sirena il display recita 77-67 per la Geoclima Fogliano sulla Blue Service Fagagna, lo stesso risultato di garauno. Segnali del destino che spingono in finale di playoff di C regionale la squadra isontina, capace di vincere 10 delle ultime 12 partite e di compiere un percorso netto nella post-season, quando non si può più sbagliare.

Sdrigotti e compagni hanno condotto il match per quasi tutti i 40’. Lo 0-3 iniziale firmato da De Simon con un “fallo e vale” è stato l’unico vantaggio Blue Service di tutta la partita, Fogliano ha reagito con veemenza e nel giro di 2’ un parziale di 9-0 ha spinto i locali sul 9-3.

Una volta subìto il pareggio a quota 11, ancora a opera di De Simon, l’Aibi ha pigiato sull’acceleratore e ha preso il largo con le giocate dello scatenato Petrovic – uno che nel clima da playoff si esalta – e con un paio di triple siderali di Luppino.

L’ottima difesa del secondo quarto, con appena 9 punti concessi agli ospiti, è stata la base su cui è stato costruito il massimo vantaggio, sul +14 (40-26) con l’efficace Vassallo.

Altra partita dopo la pausa lunga, Fagagna ha alzato di molto l’intensità difensiva, e le percentuali Aibi sono andate calando. Il -7 (44-37) realizzato da Bardini è stata la prima avvisaglia del ritorno ospite, e non sono bastati due canestri con fallo in allegato di Luppino e Petrovic (50-37 al 25’) per piegare la resistenza di una Blue Service mai doma. Un break di 0-7 sugellato dal contropiede di Castellano ha riaperto i giochi (50-44 al 29’), preludio al finale col brivido.

La coppia De Simon-Bardini impacchetta un parziale di 14-4 in 5’, all’Aibi resta una sola incollatura di vantaggio sul 59-58. Nel momento chiave Deana s’erge a protagonista con 5 punti pesantissimi (68-59 a -1’55”) e i liberi della staffa dopo il colpo di coda ospite con due triple in pochi secondi di Castellano. Finisce 77-67, punteggio fotocopia di garauno, e la Geoclima festeggia un altro traguardo storico dopo la promozione dalla D del 2012/13 e le final four di C del 2013/14.

 Tutta la soddisfazione di coach Maurizio Zuppi a fine gara: «Sono contentissimo, siamo riusciti a battere un’ottima squadra come Fagagna, che ci ha messo in grande difficoltà. La partita ha ricalcato il cliché di altre gare casalinghe della stagione, con buoni vantaggi nostri, rimonte quasi completate e nostra reazione di carattere nel finale. Oggi siamo usciti con autorità nel momento decisivo. Bene l’attacco nel primo quarto, con diverse soluzioni e diversi uomini a segno. Dal secondo quarto loro hanno alzato l’intensità difensiva, ma noi a nostra volta siamo stati bravi ad allungare proprio grazie alla difesa, che ci ha dato sicurezza con recuperi e qualche stoppata. Credo che ormai questa squadra abbia raggiunto una certa maturità, la svolta è arrivata dopo la pesante sconfitta di Romans, determinante per far scattare qualcosa nel nostro orgoglio. Il gruppo si è compattato e siamo arrivati con merito sin qui».

 Per la Geoclima ora c’è la finale contro la Fluid System 80 Tarcento, con serie in tre gare: si comincia a Tarcento, garadue a Fogliano Redipuglia ed eventuale bella sul parquet dei tarcentini.

GEOCLIMA FOGLIANO-BLUE SERVICE FAGAGNA 77-67 (27-19, 40-28; 52-44)

GEOCLIMA AIBI FOGLIANO: Luppino 15, Sdrigotti 3, Vassallo 4, Deana 13, Dreas 2, Visintin 6, Matteo Piani 6, Petrovic 27, Alberto Piani 1. Non entrati: Raccaro, Tanzariello e Basso. Coach: Zuppi.

BLUE SERVICE FAGAGNA: Manzon 4, Castellano 8, De Simon 20, Bardini 10, Campanotto 8, Del Gobbo 2, Rossi 6, Boaro 9. Non entrati: Persello, Munini e Bertuzzi. Coach: Musiello.