Il giovane Bor punta in alto con la chioccia Contento

Peter Sosic, punto di forza del Bor

Un precampionato decisamente all’altezza della situazione quello disputato dal Bor Radenska in queste prime uscite. I carsolini finora hanno vinto quasi tutti gli incontri disputati, segno che gli uomini mercato ci hanno visto bene quando hanno deciso di affidare le chiavi della squadra ad un manipolo di giovani di qualità.

E’ stata vittoria per i ragazzi di Popovic contro il Don Bosco, e si è trattato di un successo molto largo, visti i 30 punti di differenza tra le due squadre al termine dell’incontro. Ben più combattuti i match contro Santos e soprattutto Romans in occasione della prima gara del torneo goriziano del K2 Sport. Non sono infatti bastate le assenze dei perni Crevatin, Sosic e Madonia a frenare la corsa e le ambizioni di un Bor Radenska apparso decisamente tonico.

Grande spazio ai giovani, dunque, e missione compiuta per la banda Popovic che ha vinto e convinto anche i più scettici. In semifinale è arrivata la sconfitta contro l’Ardita, ma le note positive per i carsolini non sono mancate. In particolare quest’anno si punterà forte sulla voglia di riscatto di Contento, il nome nuovo del quintetto di Popovic. A rimbalzo potrà rivelarsi determinante, senza contare che la sua grande esperienza potrà essere fondamentale per la crescita dei compagni più giovani.