La Gsa Udine va ko a Jesi. Pedone: “Debacle intollerabile!”

La striscia positiva dell’Apu Gsa si ferma a Jesi. Nell’anticipo di mezzogiorno davanti alle telecamere di Sportitalia, i friulani perdono 89-77 contro la Termoforgia pagando due quarti (il secondo e il quarto) da troppi punti subìti. La truppa di coach Demis Cavina parte bene, poi nel secondo periodo subisce il ritorno dei marchigiani che prendono l’inerzia.

Dopo il riposo, l’Apu Gsa ritorna in vantaggio poggiandosi soprattutto su Trevis Simpson, ma in avvio di ultimo quarto un 4-0 ridà forza ai padroni di casa che producono il break decisivo nel cuore del quarto periodo mentre Simpson si scaviglia. Sabato, alle 20.30, si va a Cagliari per la seconda trasferta consecutiva.

Ecco il commento del presidente Alessandro Pedone dopo la sconfitta subìta dai friulani a Jesi. «Prima di tutto – dichiara il numero uno bianconero – complimenti a Jesi che con una rotazione cortissima, con dei bravi giovani in panchina uniti a un’ottima conduzione tecnica, ha dimostrato ancora una volta che con la grinta e l’intensità le partite si vincono. Detto questo, sto ancora cercando di capire perché la nostra squadra si sia presentata in campo in quelle condizioni. Molle in difesa e confusa in attacco, con troppi giocatori palesemente incapaci di entrare nel ritmo della partita, spezzata talvolta da cambi che non ho per nulla condiviso. Dirò di più, per l’impegno profuso, salvo solo Simpson. Senza quest’ultimo, il divario finale sarebbe stato ancora più ampio. Le partite, soprattutto quelle con squadre formalmente più deboli, non possono essere approcciate così. È intollerabile che una partita sulla carta facile sia stata buttata alle ortiche in questo modo. Non stiamo esprimendo il bel gioco per cui questo team è stato costruito e di questo mi dispiaccio e mi preoccupo. Per domani ho annullato personalmente, in segno di punizione, il giorno di riposo: i giocatori tutti si ritroveranno al PalaCarnera già domani pomeriggio. Mi auguro che in primis lo staff tecnico e tutta la squadra si riguardino la partita, più e più volte. In futuro débâcle non sono più tollerabili. Un plauso ai nostri tifosi che si sono sciroppati cinque ore per andare e cinque ore per tornare per portare calore e tifo ai nostri, purtroppo con questo risultato».(foto Candolfi Jesi)

JESI 89 – APU GSA 77 (16-20, 30-17, 11-23, 29-17)

TERMOFORGIA JESI – Andre Jones 23 (6/10, 3/7), Leonardo Tote 18 (9/13, 0/1), Lorenzo Baldasso 16 (2/5, 3/3), Kevin Dillard 15 (1/4, 3/8), Tommaso Rinaldi 9 (3/8, 0/1), Bruno Mascolo 8 (2/5, 0/0), Isacco Lovisotto 0 (0/0, 0/1), Matteo Santucci 0 (0/0, 0/0), Simone Mentonelli 0 (0/0, 0/0), Babacar Kouyate 0 (0/0, 0/0), Antonio Valentini 0 (0/0, 0/0), Giulio Bordoni 0 (0/0, 0/0). Tiri liberi: 16 / 21 – Rimbalzi: 37 6 + 31 (Tommaso Rinaldi 10) – Assist: 19 (Kevin Dillard, Bruno Mascolo 7)

APU GSA UDINE – Trevis Simpson 22 (5/10, 4/6), Marshawn Powell 18 (6/11, 2/5), Riccardo Cortese 10 (2/7, 2/6), Francesco Pellegrino 6 (2/4, 0/0), Marco Spanghero 5 (1/2, 1/5), Salvatore Genovese 5 (1/1, 1/2), Lorenzo Penna 4 (2/3, 0/0), Chris Mortellaro 4 (1/3, 0/0), Mauro Pinton 3 (0/1, 1/7), Stefan Nikolic 0 (0/1, 0/0). Tiri liberi: 4 / 9 – Rimbalzi: 40 10 + 30 (Chris Mortellaro 10) – Assist: 17 (Lorenzo Penna 5)