Niente da fare per la Delser contro Costa Masnaga

A Costa Masnaga, la Delser Libertas Basket School ha dovuto alzare bandiera bianca contro la seconda della classe per 63-48. Una gara combattuta fin dall’inizio, segnata però da un secondo quarto tutto a favore delle padrone di casa che hanno chiuso il parziale con un incisivo 23-9. Udine ha provato a riaprire il match nella terza frazione, raggiungendo anche il -5 (37-32), ma poi le lombarde hanno ripreso il controllo del gioco e hanno raggiunto facilmente la doppia cifra di vantaggio. Nell’ultimo quarto, con soli 9 punti mandati a referto, tutti negli ultimi tre minuti e mezzo, la Delser non ha potuto ribaltare la situazione e conquistarsi i due punti.

LA CRONACA – È un botta e risposta fin dalle prime battute: a Mancabelli risponde Baldelli, al canestro di Mahlknecht segue quello di Blazevic. A 3’50, dopo un break di 5-0, Vicenzotti riporta lo svantaggio a una sola lunghezza (12-11). Il risultato al termine della prima frazione dice tutto sull’equilibrio in campo: 14-14. Al rientro, Costa Masnaga prova a cambiare marcia, ma Udine reagisce, questa volta con Pontoni che si guadagna un fallo prezioso e dalla lunetta firma il 18-17. Del Pero e Baldelli, però, provano con un altro assalto: 5-0 di parziale, con la Delser scivolata al -6 (23-17). Dopo più di due minuti senza canestri, Blazevic trova il bersaglio, solo che il finale della seconda frazione è tutto nel segno delle lombarde. Udine vacilla in difesa e ne subisce le conseguenze, sprofondando fino al -16 (37-21) firmato Spinelli a 40″ dalla sirena. Poi Pontoni manda a referto il canestro del 37-23 di metà gara.

Udine non si vuole arrendere. Dopo la pausa lunga Da Pozzo accorcia immediatamente le distanze, seguita da Mancabelli per il -10 (37-27). Coach Pirola è costretto a chiamare time-out per interrompere la rimonta, ma le udinesi hanno preso il via: Da Pozzo e Vicenzotti suonano la carica e a 6’54 il punteggio si ferma sul 37-32. Costa Masnaga, dopo più di tre minuti senza segnare, replica con Meroni, riprendendo poi il controllo della gara con altri due canestri (43-32). Si accumulano numerose palle perse, ma, soprattutto, Udine concede molti rimbalzi offensivi e quindi facili extra possessi alle avversarie. E a tutto questo si aggiungono numerosi falli: oltre allo svantaggio, la Delser sul finire di frazione deve fare i conti con il quarto fallo di Mancabelli, richiamata necessariamente in panchina e sostituita da Romano.

La situazione rimane invariata, con le padrone di casa in grado di amministrare senza problemi il +9 fino alla terza sirena della serata (48-39). Ad inizio ultimo periodo, Rulli va subito a segno con un tiro dalla lunga distanza (51-39). Udine, invece, rimane a secco di canestro per ben sei minuti e mezzo: la sola tripla di Rainis non è sufficiente per avviare un vero contro break perché le padrone di casa nel frattempo hanno imposto il proprio gioco, raggiungendo anche il + 20 sul 59-39. La rimonta tentata nella terza frazione ha fatto spendere molte energie alle friulane che ora non riescono più a ritrovare il pallino del gioco. Costa Masnaga ha vita facile: gli ultimi minuti sono semplice amministrazione fino alla vittoria finale per 63-48, con l’ultimo canestro però di mano di Vanessa Sturma.

B&P AUTORICAMBI COSTA MASNAGA 63 – DELSER LBS UDINE 48 (14-14; 37-23; 48-39)

COSTA MASNAGA: Del Pero 8, Baldelli 11, Mahlknecht 10, Rulli 7, Longoni 12, Balossi 5, Spinelli 2, Meroni 4, Tibé 4, Allevi, Discacciati n.e., Colognesi n.e. Coach Pirola.
UDINE: Bianco 2, Blazevic 10, Ciotola, Mancabelli 8, Sturma 2, Mio n.e., Vicenzotti 8, Pontini 5, Da Pozzo 10, Rainis 3, Romano. Coach Pomilio.

La prossima partita della Libertas Basket School contro il Sistema Rosa Pordenone, prevista per mercoledì 18 aprile, è stata spostata al 25 aprile 2018, alle ore 19:30, al Carnera.