Overtime amaro per Trieste contro Forlì

Stefano Tonut
Stefano Tonut

La Pallacanestro Trieste 2004 perde per 90-89 dopo un tempo supplementare in casa del Credito di Romagna Forlì: gara contrassegnata dai tanti errori da ambo le parti, ma non per questo poco emozionante sul parquet romagnolo. I biancorossi giuliani hanno alternato buone cose ad alcuni passaggi a vuoto, riuscendo a conquistare un extra-time a filo di sirena ma non riuscendo poi a conquistare la vittoria nei cinque minuti addizionali.

Trieste parte con Hoover, Carra, Tonut, Harris e Diliegro: i biancorossi iniziano nel migliore dei modi, andando in vantaggio sullo 0-8 e costringendo i padroni di casa a un time-out forzato già dopo due minuti e mezzo di gara. E’ Saccaggi a dare una scossa a Forlì con sette punti di fila, permettendo al Credito di Romagna di riportarsi sensibilmente sotto nel punteggio (11-12 al 5′): i romagnoli operano un minuto dopo il sorpasso con Ferguson, con lo stesso giocatore a pareggiare i conti al 10′ (19-19) dopo le conclusioni vincenti messe a segno da Tonut.

Coronica e Candussi permettono a Trieste di rimettere la testa avanti in avvio di secondo quarto (19-23), in una frazione dove per quattro minuti abbondanti non si segna da ambo le parti: il Credito di Romagna rimane in scia grazie ai liberi imbucati da Saccaggi, gli ospiti accelerano con Harris e ancora con Candussi (22-31 al 17′) mentre un minuto dopo Forlì segna con Sergio il suo primo canestro dal campo della frazione. I biancorossi triestini riescono a mantenere gran parte del vantaggio sino alla seconda sirena, sul 29-35.

Ripresa di contesa più che favorevole per Trieste, che torna a +8 al 22′ innescata dal duo americano Harris-Diliegro. Gli stessi regalano anche il +10 giuliano a metà frazione (36-46), in un ambito dove sono Saccaggi e Crow a rompere il digiuno romagnolo: un anti-sportivo su Carra (con annesso 2/2 da parte del capitano biancorosso) manda gli ospiti al massimo vantaggio (40-52 al 25′), ma i padroni di casa si risvegliano improvvisamente, arrivando al -5 della penultima sirena.

Fase convlusa di gara in avvio di ultimo quarto: un fallo tecnico alla panchina di casa, con i liberi segnati da Hoover, sembrano poter spianare la strada a Trieste sul +6. Il Credito di Romagna rimane però ampiamente in partita con Ferguson, il quale segna molte delle conclusioni offensive dei padroni di casa. Forlì va in vantaggio a 2’20” dal termine sul 73-69, ma gli ospiti non demordono: Harris segna il 74-73 a 44” dalla fine, e, dopo una palla persa di Hoover, Basile dà il +3 ai romagnoli (76-73). Sarà infine lo stesso Hoover a farsi perdonare tutto, con una tripla allo scadere che regala parità e overtime alla compagine triestina (76-76).

Grande testa a testa nel tempo supplementare, con le due squadre che rispondono colpo su colpo: Tonut e Hoover mettono triple importanti per il +3 a un minuto dal termine (85-88), ma ancora una volta Forlì si dimostra dura a morire: Cain mette due liberi (87-88) e, dopo il successivo 1/2 di Diliegro dalla linea della carità, è Crow a mettere la tripla vincente del +1, con Diliegro che viene stoppato poi sull’ultimo tiro della gara.