Sassari espugna Trieste: i sardi passano per 86-65

Il Banco di Sardegna Sassari espugna l’Allianz Dome, con il risultato di 65 – 86: il ritorno di Gianmarco Pozzecco a Trieste è vincente, contro una formazione biancorossa che, a differenza dei precedenti incontri, non è riuscita ad incidere in attacco (40% da due, 27% nelle triple).

Sassari, reduce da quattordici vittorie di fila e dall’affermazione anche in Europa, si presenta all’impegno senza McGee ma con tanta qualità nel roster: i triestini partono con il quintetto formato da Wright, Sanders, Dragic, Da Ros e Knox mentre Pozzecco risponde con Smith, Carter, Pierre, Thomas e Cooley. Fin dall’inizio, per Trieste è Da Ros il più attivo in campo ma Pierre (7/11 da due, 2/2 nelle triple, 5 rimbalzi) è molto pericoloso spalle a canestro contro gli esterni avversari, mentre Cooley incide a rimbalzo: 9 – 14 per Sassari, poi arriva un time out di Dalmasson, ma comunque sono due bombe di Carter a dare il +10 ai sardi a fine primo quarto.

Nella seconda frazione, i ragazzi di Dalmasson migliorano le cifre in attacco: Peric si fa sentire in questo frangente, mentre Cavaliero indovina cinque punti di fila con un “floater” e una bomba. La risposta del Banco di Sardegna, però si traduce in due triple a firma Gentile – Spissu: 27 – 31, poi è l’ora di Thomas, che recupera e schiaccia a canestro. E’ una Trieste che segna 28 punti in 10 minuti, ma comunque Sassari rimane in vantaggio sul 41 – 47 a metà match.

E’ il terzo quarto quello decisivo: Sassari è bravissima a tenere al massimo gli attaccanti di Dalmasson, che non riescono a segnare per sei lunghissimi minuti. I biancorossi riescono a sbloccarsi solo con una schiacciata di Mosley (1/2 da due, 8 rimbalzi, 4 falli subiti, 3 stoppate), poi arriva anche un fallo tecnico fischiato a Peric: 3/3 ai liberi con Spissu e Thomas, poi quando Polonara e Pierre (due volte) trovano il canestro, ecco che il Banco di Sardegna vola oltre il ventello di margine (43 – 65). I padroni di casa segnano solo cinque punti in 10 minuti e Carter sigilla il terzo quarto con un canestro a 3” dalla sirena, fissando il 46 – 69.

L’ultimo quarto serve solamente per registrare la vittoria degli ospiti: Sassari raggiunge il 50 – 79, poi la risposta del gruppo biancorosso è un 10 – 2 che rende meno amara la sconfitta, ma i canestri di Dragic nel finale riducono appena lo svantaggio. Finisce 65 – 86 per una Trieste che comunque continua a credere fermamente alla post season, cosiccome il meraviglioso pubblico dell’Allianz Dome che a fine partita tributa un grandissimo applauso ai suoi beniamini.

TRIESTE – SASSARI   65 – 86

Alma Pallacanestro Trieste: Coronica ne, Peric 9, Fernandez 4, Wright 5, Strautins 6, Cavaliero 5, Da Ros 8, Sanders 10, Knox 2, Dragic 13, Mosley 3, Cittadini ne. All. Dalmasson

Banco di Sardegna Sassari: Spissu 16, Smith 4, Carter 10, Devecchi ne, Magro, Pierre 21, Gentile 3, Thomas

16, Polonara 7, Diop ne, Cooley 9. All. Pozzecco

Parziali: 13-23; 41-47; 46-69

Arbitri: Rossi, Sardella e Perciavalle