Sbrigata la pratica Padova, la Castelveccho prepara la festa promozione

Davide Braida, della Castelvecchio Gradisca
Davide Braida, della Castelvecchio Gradisca

Si è rivelata poco più di una formalità la gara tra la Castelvecchio Gradisca, già certa della promozione in Serie A1 dopo 8 anni, e il Padova fanalino di coda. Ampio turn over per Max Cricco che ha comunque vinto il derby triveneto con un divario eloquente.

Privi di Slapnicar, Banjac e con Sejmenovic per lungo tempo in panchina, gli isontini sono arrivati al riposo sul 26-20. Con la discesa in campo di alcuni pezzi da novanta, il distacco è aumentato progressivamente, con un 47-22 al terzo quarto.

Nel prossimo turno di campionato in programma sabato, i gradiscani incontreranno il Treviso dell’ex Stimac, squadra che occupa il terzo posto in classifica. Si gioca al Palazimolo alle 17 e al termine del match partiranno i festeggiamenti per il ritorno del sodalizio isontino nella massima serie.

I risultati della sesta di ritorno:

Padova – Gradisca 26-68

Torino – Don Orione Roma nd

Treviso PDM – Don Bosco Genova 64-56

Siemens Bergamo – Gioco Parma 87-40

La classifica: Castelvecchio Gradisca 24; Sbs Montello Bergamo 18;  Hb Torino e Pdm Treviso 16; Don Bosco Genova 14; Don Orione Roma e Laumas Parma 8; Padova 0.