Una super Trieste vince anche gara 2 contro Casale

Si va in Piemonte sul 2 – 0: l’Alma Pallacanestro Trieste non tradisce la fiducia dei suoi tifosi e concede il “bis” contro una Novipiù Casale Monferrato priva di Giovanni Tomassini. Prestazione assolutamente solida quella dei biancorossi, che non hanno mai dato l’impressione di poter andar sotto nel punteggio: gli ospiti hanno combattuto alla grande, ma si sono dovuti arrendere con il punteggio di 80 – 69.

Rimane fuori Cittadini per problemi alla schiena ed allora coach Dalmasson decide di inserire Coronica, ritornato al suo puntuale ruolo di capitano: la partita inizia in maniera esplosiva per l’Alma, che colpisce per ben quattro volte dalla lunga distanza. Bowers, Mussini (due volte) e Da Ros firmano il 12 – 4 che suona come un campanello d’allarme per la Novipiù: coach Ramondino punta come di consueto sulla coppia Martinoni – Blizzard, che riescono a trovare qualche canestro utile. La seconda bomba di Da Ros regala il 15 – 8 all’Alma, ma dall’altra parte Blizzard si iscrive a referto nuovamente: quando Martinoni e Prandin si scambiano canestri, ecco che il punteggio si aggiorna sul +7 Trieste al decimo minuto.

Il secondo quarto si apre con Janelidze che segna subito dalla media distanza: i biancorossi sono intensi nella metà campo difensiva e per alcuni minuti le due squadre non vanno a referto. Ci vuole la bomba in transizione di Sanders per risollevare le percentuali di Casale (21 – 15), ma quando si sveglia Javonte Green sono dolori per gli ospiti: basta una distrazione ed ecco che arriva la bomba del numero cinque, che poi si ripete con un assist per Janelidze (28 – 17). Martinoni e Sanders continuano a crederci, ma l’Alma trova un’altra fiammata, questa volta firmata da Federico Mussini (2/4 da due, 3/6 nelle triple, 3 falli subiti): tripla e penetrazione appoggiata al tabellone, ed ecco che Trieste vola sul 33 – 25. C’è tempo ancora per vedere un bel canestro di Da Ros sull’assist di Cavaliero e la realizzazione di Martinoni proprio sulla sirena del ventesimo, che vale il meno sette Novipiù.

La ripresa comincia con la penetrazione di Blizzard (35 – 30), ma Bowers tiene a distanza gli avversari: canestro e fallo per “LBO”, poi Trieste si allontana di nuovo in doppia cifra con una schiacciata di Green sul recupero di Bowers e una bomba di Cavaliero in transizione che accende ulteriormente i settemila dell’Alma Arena. Blizzard è bravo a caricare di falli gli esterni biancorossi, con Prandin e Cavaliero che spendono più di qualche penalità per fermarlo, ma due tiri pesanti di fila di Javonte Green (2/4 da due, 3/6 da tre, 2/2 ai liberi, 5 rimbalzi, 3 assist) fanno volare l’Alma sul 52 – 37. La tripla di “Big Shot” Loschi e la schiacciata di Janelidze sull’assist di un ottimo Bowers aggiornano il punteggio sul +17 alla fine del terzo periodo.

All’inizio del quarto periodo, l’Alma tocca il massimo vantaggio: entra Coronica e fin da subito incide; subisce uno sfondamento, caricando tutto il palasport di Via Flavia, poi sfrutta un altro passaggio vincente di Bowers per appoggiare il 70 – 46. La risposta di Casale arriva con una giocata da quattro punti del gradese Bellan e quattro punti di fila di Sanders, ma ancora Coronica tiene a debita distanza i piemontesi, con un provvidenziale rimbalzo offensivo e appoggio proprio allo scadere dei ventiquattro secondi. Martinoni (6/6 da due, 0/1 da tre, 8/8 ai liberi, 5 rimbalzi) continua a combattere senza mollare mai, ma il gruppo di Dalmasson è debordante e non servono gli sforzi di una Casale che ritorna fino al meno dieci: nei minuti conclusivi, l’Alma è solida come la roccia e conclude con la vittoria 80 – 69, preparandosi per la trasferta in Piemonte con la possibilità del match point già sabato 16.

TRIESTE – CASALE MONFERRATO 80 – 69

Alma Pallacanestro Trieste: Coronica 4, Fernandez 3, Green 15, Mussini 15, Janelidze 8, Prandin 4, Cavaliero 3, Da Ros 12, Bowers 11, Loschi 5. All. Dalmasson
Novipiù Casale Monferrato: Ielmini ne, Denegri 8, Valentini 3, Blizzard 10, Martinoni 20, Severini, Cattapan 2, Bellan 7, Sanders 19, Marcius. All. Ramondino

Parziali: 19-12; 35-28; 63-46
Arbitri: Gianluca Capotorto, Gianluca Gagliardi e Alessandro Costa