Venezia troppo forte. Niente da fare per Muggia

Annalisa Borroni, capitano di Muggia

E’ cominciato il girone di ritorno per l’Interclub Muggia, ma la musica sembra essere la stessa del finale dello scorso anno. Tanta voglia di riscatto per le ragazze di Jogan che per quasi metà partita restano in partita. Poi però l’Umana Venezia scappa via e passa ad Aquilinia per 72-56.

Il valore dell’avversaria è noto e il primo posto in classifica non è casuale; le ampie possibilità di rotazione per coach Liberalotto alla fine hanno fatto la differenza, con Matija Jogan ancora costretto a far fronte alle molte assenze. A pesare soprattutto la mancanza di Lara Cumbat, con le muggesane che hanno però avuto il merito di non perdere la testa nel momento peggiore della partita, quando il tabellino segnava -23.

Ora l’obiettivo delle rivierasche è riprendersi il prima possibile sfruttando nel migliore dei modi gli scontri con le avversarie dirette, anche perché contro corazzate come Venezia la buona volontà non basta.