Castenetto prende per mano il Riviera

Castenetto prende per mano il Riviera
Un investimento sul futuro. E’ quello che ha fatto il Riviera, versione 2009/2010, una squadra ampiamente rimaneggiata, con l’innesto appunto di sei giovani elementi, classe ’89 e ’90: Simon Biasinutto, Mattia Pillinini, Giovanni Nicoloso, Stefano Bellina, Andrea Gardelli e Luca Puppis. L’età media della rosa è di 23-24 anni. Ad innalzare il dato ci pensa solo un piccolo gruppetto di “veterani”. “Non siamo una società  che ha grandi possibilità  economiche per ambire ad una Promozione. Con i dirigenti abbiamo concordato una linea: lavorare sui giovani ” illustra la politica societaria mister Loris Foschiani -. E siamo partiti. La prima impressione, il 3-0 in coppa Regione (doppietta di Margarith e acuto di Spizzo), è positiva. Li vedo bravi, volenterosi, ora vedremo come si comportano”.

Guida e faro delle giovani leve in campo sarà , per ruolo, età  ed esperienza, capitan Massimiliano Castenetto: 38 anni, 22 dei quali trascorsi sui campi di calcio, nei campionati di varie categorie. “Sono il più anziano della squadra; mi sento un po’ il fratello maggiore di questi ragazzi di 17-18 anni. Mi piace stare vicino a loro perché anche io mi sento uno spirito giovane. Cercherò ” promette ” di trasmettere loro tutta la mia esperienza”. Massimiliano Castenetto, insomma, è pronto a dare il suo apporto al Riviera, dentro e fuori dal campo di calcio. “Da qui in avanti la squadra deve trovare un assetto anche senza il sottoscritto. Se l’allenatore mi farà  giocare sarò pronto, ma sono anche pronto a lasciare spazio ai giovani, perché per crescere hanno bisogno di giocare. Farò il possibile per essere utile a questa buona società  che da 11 anni riesce a mantenere la Prima Categoria”, aggiunge in quella che suona come una vera e propria dichiarazione d’amore per i colori bianco-rossi. (e.v.)