Forum, Blessanese e Ciseriis, che spreco!

Doveva essere la giornata dell’allungo prima di un finale di girone d’andata da brividi: è stata invece la domenica delle occasioni perse e delle sorprese, quella che il girone B di Terza ha mandato in archivio.

Eppure, a Ciseriis si temeva il match interno con l’Arzino, avversaria che già in passato aveva dato dispiaceri ai rossoblù battistrada. Tanto più che in questa stagione i gialloazzurri sono formazione decisamente scorbutica. Ci ha messo nel suo il Ciseriis, sprecando con Tissino un rigore, e non concretizzando un nutrito numero di occasioni da rete: l’1-1 sta stretto alla prima della classe, che però non ha pagato dazio. E’accaduto, infatti, che pure le inseguitrici (Aquila esclusa) rallentassero, a cominciare dalla Nuova Sandanielese, che ha trovato pane per i suoi denti in quel di Blessano. Anzi, il tecnico dei gialloblù, Lorenzo Degano sottolinea: “La partita l’abbiamo sempre avuta in pugno anche prima che i nostri avversari, a metà ripresa, rimanessero in dieci. Il problema è che ci siamo mangiati parecchi gol. Questa squadra ha sempre fatto la sua bella figura quando ha affrontato le prime della classe: esiste evidentemente la difficoltà nel mantenere con continuità alta la concentrazione”. E se i rossi hanno dimostrato carattere, raggiungendo nel finale un prezioso pareggio grazie a Violino, nella Blessanese ha impressionato sul piano della quantità e della qualità l’ala Matteo Cecconi.
Senza vincitori nè vinti è terminato anche l’atteso confronto tra Forum Julii e Venzone. Spiega il patron degli amaranto-viola, Valter Marinigh: “Il Venzone s’è rivelato formazioni assai tosta; non ha rubato nulla. Ma se noi abbiamo avuto bisogno di un rigore per rispondere alla stoccata di Collino, è perchè continuiamo a sbagliare troppo sotto porta: quando ci sono certe opportunità, non si può fare i “fighetti”, bisogna invece affondare i colpi. Se i ragazzi lo capiranno, credo che andremo lontano”.
La formazione ducale è attesa da un altro esame, quello rappresentato dai Fortissimi, tornati a mani vuote dalla trasferta a Spilimbergo, dove l’Aquila ha saputo capitalizzare la bordata del difensore Del Bianco: i mosaicisti domenica dovranno vedersela con la Nuova Sandanielese; l’altro match di cartello della undicesima d’andata si disputerà a Venzone, dove salirà il Ciseriis. Per Valent e compagni sarà quella di domenica sarà davvero la prova della verità.
E se il Moruzzo ha rispettato le previsioni a spese del ProG&T (ma tutto è stato fuorchè una passeggiata), sono tornati a pigiare sull’acceleratore i Rizzi, usciti vincenti dal non agevole confronto con un Atletico Grifone che ha messo in mostra giovani interessanti, oltre alle chiocce Castenetto e Civitella. Da sottolineare la splendida rete firmata in rovesciata da Tambosco, mentre gli udinesi di Milanese, che hanno dovuto tirar fuori gli artigli dopo un primo tempo tutto in discesa, sono risultati letali sulle situazioni da palla inattiva.