Il Ciseriis ha anche la sesta

Insiste il Ciseriis, ma la caccia alla lepre del girone B è decisamente aperta e vede protagoniste Nuova Sandanielese, Forum Julii e Venzone.
I rossoblù hanno rispettato il pronostico conquistando la sesta affermazione consecutiva, stavolta a spese del ProG&T. Gli arancione hanno sparato tutte le cartucce nella prima parte dell’incontro, cominciato a ritmi altissimi e sfociato nell’acuto firmato da Monai. Nella ripresa, però, il ProG&T ha dovuto rallentare,

e il Ciseriis ha preso abbastanza nettamente il sopravvento, portando a casa un successo meritato. Il patron dei rossoblù, Franco Zagato, getta un po’ acqua sul fuoco dell’entusiasmo: “Restiamo sempre con i piedi per terra, visto che davanti a noi ci sono partite difficilissime; anche l’Arzino sarà un bel test. Il nostro tecnico sta facendo un ottimo lavoro: ha saputo inculcare alla squadra la giusta mentalità”.
Nel Ciseriis d’acciaio (appena 4 le reti subite), brilla il capocannoniere Gabriele Bertini (6 reti), goleador atipico visto che l’attaccante esterno segna, lotta e non disdegna di rendersi utile anche in fase difensiva.
Sta insistentemente cercando il gol il brasiliano Lima; sin troppo insistentemente; ma l’ex giocatore del Riviera ha già indubbiamente contribuito alle fortune della capolista, costringendo le retroguardie avversarie a raddoppiare e triplicare la marcatura, e fornendo assist prelibati.
Alle spalle del Ciseriis, ha ripreso a correre la Nuova Sandanielese, nuovamente in versione atomica: ne hanno fatto le spese i Fortissimi. Dalla tana dei giallorossi udinesi, il tecnico Luca Burelli spiega: “Abbiamo affrontato a viso aperto una delle compagini più forti del girone; purtroppo, oltre alle qualità della Nuova, hanno pesato le numerose assenze, a cui si sono aggiunti lo stiramento in avvio di gara che ha costretto il centrocampista Marcuzzi a gettare la spugna, nonchè la solita espulsione sul 3-1 per i nostri avversari”.
A spianare la strada ai biancorossi collinari hanno provveduto un paio di svarioni difensivi dei Fortissimi: e Santillo e compagni non hanno perdonato. Rileva Caludio Zamparo, patron della Nuova Sandanielese: “La squadra s’è ormai gettata alle spalle lo scivolone con i Rizzi. Abbiamo disputato una buona prova, anche in fase di interdizione: il rientro di Erik Massarutto è fondamentale, è lui il nostro centrocampista di rottura”. La Nuova Sandanielese continua a giovarsi, inoltre, di giovani davvero promettenti: sta impressionando, ad esempio, il ’93 Massimo Buttazzoni, terzino sinistro di stampo moderno.
La Nuova è attesa dalla trasferta di Blessano: campo difficile, anche per una corazzata. Vietato distarsi.