Barbana: “Uno come Ietri me lo tengo stretto”

La Sangiorgina si prepara a disputare i play-off
La Sangiorgina si prepara a disputare i play-off
La Sangiorgina si prepara a disputare i play-off

Il flop di LavarianMortean e Risanese, la resurrezione della Sangiorgina. I virgulti di Gigi Barbana sono gli ospiti – diciamo inattesi – della zona nobile della classifica. La Sangiorgina ha saputo tornare a ruggire e, anzi, ottenere con un turno in anticipo l’importante traguardo: i meriti dei biancocremisi sono innegabili, come i demeriti della concorrenza la quale, pure, appariva più attrezzata per la bisogna, ma questo evidentemente soltanto sulla carta.

Non ha opposto una gran resistenza l’Aurora, pur provando a esprimere un calcio propositivo: ma è stata evidente la differenza di voglia e fame esistente nell’occasione tra le due squadre, e quella che abita a San Giorgio di Nogaro è passata all’incasso per la felicità del bel pubblico (con tanto di ragazzini del settore giovanile) giunto a salutare l’impresa dei padroni di casa.

Per gli ultimi scorci di campionato Barbana sa che molto dipenderà dai gol di Alessandro Ietri: “Finora si è spesso rivelato decisivo, del resto, il bilancio stagionale e le 16 reti all’attivo parlano da soli: a dispetto di quanto si diceva in giro, ho conosciuto un ragazzo maturo e un calciatore di talento che è stato ben supportato dal resto della squadra. La gioia più grande è stata vedere i nostri 96’ battersi come leoni”.