Bidut: “Accetteremo serenamente il verdetto del campo”

9599_436457739781922_965954222_nGioca il Terzo, può succedere quasi di tutto. Una formazione giovanissima, quella rossoblù, che ha un’età media di poco superiore ai 21 anni, e che schiera tre, quattro, anche cinque fuoriquota al posto dei due obbligatori.

E così in settimana ecco maturare il pareggio di prestigio conquistato sul terreno sulla carta proibitivo di Torviscosa, e la sconfitta interna contro la Torreanese: “Siamo così, capaci di tutto – spiega sorridente e sereno il presidente, Rinaldo Bidut -; stiamo lavorando sulla testa dei ragazzi, convinti delle loro potenzialità, ma anche pronti ad accettare qualsiasi verdetto del campo”.

“Il nostro progetto è imperniato in grandissima parte sui ragazzi del settore giovanile che ci vede collaborare con l’Aquileia. Se anche quest’anno dovesse andare a finire male, ossia con una retrocessione, non per questo ne faremmo una malattia, ma semmai esperienza utile per il futuro”.

L’intervista integrale al presidente del Terzo la trovate nel nuovo numero di Tremila Sport da oggi in edicola o in formato digitale.