Chi sale, chi scende: Birtig gran signore. La Pro Cervignano alza bandiera bianca

Il tecnico del Tamai, Gianluca Birtig
Il tecnico del Tamai, Gianluca Birtig
Il tecnico del Tamai, Gianluca Birtig

In Serie D sale Gianluca Birtig, sia per la vittoria del suo Tamai sul Giorgione, sia per l’ennesima dimostrazione di grande sportività che lo ha contraddistinto quando ha dichiarato che, se il rigore di Campagnolo fosse entrato, il Giorgione avrebbe probabilmente portato a casa la vittoria. Un ottimo tecnico, un grande uomo.

A scendere è il Kras, non tanto per la sconfitta interna contro il Delta Porto Tolle, quanto soprattutto per le sei reti subite. C’è modo e modo di perdere, e quello contro i rodigini è senz’altro stato il peggiore.

In Eccellenza sale il Lumignacco, reduce da tre sconfitte consecutive e a secco di vittorie dallo scorso 13 gennaio. Contro la Maranese i rossoblù hanno disputato un primo tempo di grandissimo spessore, con l’unica pecca di non aver chiuso prima il match. Nella ripresa hanno subito il ritorno dei lagunari, ma la prestazione degli uomini di Zilli è stata senza dubbio molto positiva, con Caruso e Verrillo in grande spolvero.

A scendere è la Pro Cervignano che contro il San Luigi incassa la terza sconfitta consecutiva e sembra ormai rassegnata ad un mesto ritorno in Promozione. Il pari contro i giuliani ci sarebbe stato tutto, e il fatto che l’undici della Bassa sia nuovamente uscito a mani vuote è solo l’ulteriore dimostrazione che quando la stagione nasce male c’è poco da fare.