Chi sale chi scende: sorpresa Tolmezzo, crollo Chions

Anton Zlogar, colonna del Pordenone

Cominciando dalla Serie D, tra le note positive non si può che mettere Anton Zlogar: il difensore del Pordenone ha bagnato con il gol il suo esordio stagionale con la maglia neroverde. I naoniani non brillano contro il Giorgione ma il fatto di aver colto tre punti al termine di una partita giocata maluccio può comunque essere sintomo di annata buona. Gli altri anni sarebbe probabilmente finita con un ko. Bocciata invece la Sacilese, che si è fatta fregare dai veronesi del Cerea proprio nei suoi momenti migliori. Da salvare le prestazioni di Grion e Adriano e chissà che i suoi gol prima o poi non portino anche punti.

In Eccellenza i riflettori si accendono tutti sul Tolmezzo che condanna alla prima sconfitta in campionato la Triestina. Si temevano scontri tra le due tifoserie, ed invece, fortunatamente, si è rivelata solo una giornata di grande sport, nella quale Davide ha battuto un Golia al quale non resta che incassare la lezione, consapevole che per farsi strada in questo torneo servirà più umiltà. Giù finisce invece la Virtus Corno: l’inesperienza della giovane banda Tortolo pesa come un macigno in questi casi. Dopo la sconfitta rimediata in settimana col Lignano i virtussini hanno cercato di prendere in mano il match, ma alla prima difficoltà sono andati in apnea, e, contro vecchie volpi come Dri e Rossi, è un lusso che non ci si può permettere.

Per una Virtus che scende ce n’è una che sale: si tratta della Virtus Roveredo che in Promozione A compie l’impresa di giornata andando a sbancare il campo del FiumeBannia grazie ad una prodezza balistica di Bobo Sonego. Se è vero che l’estremo virtussino Perissinotto è stato il migliore in campo e che nel finale anche la fortuna ha arriso all’undici di Toffolo, bisogna anche ammettere che i biancazzurri, grazie a prestazioni volonterose, stanno costruendo il loro tesoretto in trasferta. In attesa di sfatare il tabù delle sfide interne, tre punti che fanno ben sperare per il futuro. Scende invece il Chions, tornato malamente sulla terra dopo il successo contro il Cordenons, e sconfitto dal Porcia. Sugli scudi Franco Vendrame, ben felice di far passare una brutta serata alla sua ex squadra.

In Promozione B, a salire non può che essere Piero Metullio del Muggia. I quattro gol messi a segno contro il Trieste Calcio basterebbero a regalargli la copertina della giornata. Per i giallorossi, gara da dimenticare quanto prima perchè di buono non si è visto praticamente nulla. Scende, invece, il Buttrio: le attese attorno alla formazione viola erano tante, ma continuano a restare deluse. Contro l’Isonzo ci si è messa anche la sfortuna, ma è chiaro che, con l’ultimo posto in classifica, si è ben lontani dalle posizioni auspicate ad inizio campionato.