Croce e delizia: a Torre torna la luce. Prova di maturità fallita per la Juventina

Continua la rimonta del Buttrio. Battuta la Valnatisone

In Promozione A, delizia di giornata è stato il Torre che, dopo tre sconfitte consecutive, ha ritrovato il sorriso facendo bottino pieno contro il rinnovato Pravisdomini di Pino Rauso. Per riuscirci ha però dovuto far ricorso alle perle dei suoi due gioielli De Zorzi e Giordani, ennesima riprova di quanto siano imprescindibili il mediano e il fantasista per i successi dei viola.

Croce è invece stata la sconfitta del Varmo. Se i bianconeri non sono stati in grado di portare a casa nemmeno un punto contro la Virtus Roveredo allora vuol dire che per l’undici di Della Savia è davvero notte fonda. Fosse stata una vittoria casuale, passi, ma quello dell’undici biancazzurro è stato un successo solare e strameritato, nonostante arrivato in pieno recupero. Spunti di riflessione per il Varmo non mancheranno di certo.

In Promozione B, delizia di giornata è stata la terza vittoria consecutiva per un Buttrio completamente rigenerato nell’ultimo mese. Approccio devastante alla gara contro la Valnatisone orfana di Del Degan. In soli 10 minuti i ragazzi di Collavizza avevano già servito l’uno-due decisivo. Prestazioni superlative di Youmbi e Meroi: il primo ha annullato Campolunghi, il secondo ha mandato in tilt la difesa valligiana con il suo perenne movimento.

Croce è invece stata la sconfitta della Juventina: a Muggia ci si aspettava la prova di maturità dopo gli ottimi risultati delle ultime domeniche. Pretendere i tre punti contro una corazzata come quella rivierasca sarebbe stato chiedere troppo, ma perlomeno una prestazione convincente e magari un punticino. Ne è invece uscito un match a senso unico con vittoria inopinabile della capolista. E ora i play-off sono un po’ più distanti.