De Carlo – “Avanti con Giordano nel segno della continuità”

Il presidente del Torre Giordano De Carlo tra Claudio Schiavo e Stefano Padoan

Ci è dispiaciuto molto interrompere ogni attività, stava per iniziare il periodo più bello dell’anno per il mondo del calcio dilettantistico, abbiamo dovuto rinunciare a momenti importanti, come i tornei o le finali regionali”, sono queste le parole del presidente del Torre, Giordano De Carlo, ma spiega che la società non si è demoralizzata e anzi, ha lavorato per garantire una continuità alle famiglie e ai giocatori stessi: “Con l’aiuto dei mister siamo riusciti, anche nel periodo del lockdown, a rimanere in contatto con i nostri ragazzi tramite videochiamate e incontri telematici. Ora siamo pronti a ripartire: nei prossimi giorni potremo tornare sul campo e rincontrarci. A partire dal 6 luglio, poi, riprenderà il camp estivo della durata di 15 giorni, a cui si sono iscritti già 120 giovani sportivi. Siamo molto felici e orgogliosi di impegnarci, nel rispetto delle norme previsti dai protocolli della Federazione, per permettere ai ragazzi di incontrarsi, svagarsi e svolgere attività sportiva”.

La volontà della società pordenonese è riuscire ad assicurare una continuità anche nei mesi estivi in cui solitamente non sono previsti incontri, infatti, spiega De Carlo: “Dal momento che siamo stati fermi prima, continueremo ad organizzare degli incontri tra le squadre e i loro mister, ogni giorno della settimana, dalle 17 in poi, anche nei mesi di luglio e agosto. Sono previste attività di gioco, divertimento e didattica, in base alle decisioni di ogni allenatore”. L’intento è migliorare, crescere e divertirsi, come si può leggere nel manifesto del Summer camp 2020.

Essendo stati costretti all’interruzione dello scorso campionato, è difficile tirare le somme ma il presidente è orgoglioso delle proprie squadre: “Eravamo tutti a buon punto. La prima squadra si è fermata circa a metà classifica e puntava a una salvezza tranquilla. I giovanissimi elite stavano facendo un buon campionato, così come gli Juniores regionali. In generale, otteniamo risultati medi. Abbiamo settori più forti in alcune squadre, mentre in altri siamo meno pronti. Nel complesso, è stata una stagione positiva, anche se purtroppo è stata interrotta sul più bello”.

Per il prossimo anno, ci saranno sicuramente cambiamenti nella rosa della prima squadra: “Il direttore sportivo Claudio Schiavo si occuperà di cercare nuovi giocatori per riuscire a mantenere una squadra solida che punta, innanzitutto, a rimanere in categoria senza soffrire. Alla guida tecnica rimane il mister Michele Giordano“.

Per quanto riguarda, invece, il settore giovanile l’obiettivo è: “Aumentare il numero delle squadre. Abbiamo ricevuto diverse richieste di iscrizione quest’anno. Probabilmente verrà creata una nuova squadra di esordienti e forse anche di allievi. Inoltre, a partire dallo scorso anno abbiamo la nostra scuola calcio, che è cresciuta molto”.

La società di De Carlo punta molto sul settore giovanile: “Per il prossimo anno ci auguriamo di mantenere gli juniores regionali e puntiamo ad avere anche gli allievi regionali perché abbiamo una squadra molto forte. È importante, per noi, anche insegnare bene nella scuola calcio, cercando di far migliorare e crescere i più piccoli”. (k.s.)