Eccellenza – Domani la finale di Coppa Italia. Le parole dei protagonisti

Torviscosa 3 Gennaio 2020. Presentazione Finale Coppa Italia Dilettanti.© Foto Petrussi

Presentata, nella sala consiliare del Municipio di Torviscosa, la finale della coppa Italia di Eccellenza – trofeo Diego Meroi – che manderà in scena, domenica alle 15, la sfida tra la Manzanese e il Torviscosa. Svelata anche la quaterna arbitrale, diretta da Michele Piccolo, della sezione di Pordenone, unitamente agli assistenti Simone Della Mea e Simone Milillo della sezione di Udine. Quarto ufficiale Gianluca Toselli della sezione di Gradisca d’Isonzo. Queste le parole delle autorità, istituzionali e sportive, presenti.

Ermes Canciani, Presidente LND FVG. «Ancora una volta la finale di coppa Italia equivale a un evento di prim’ordine e di questo il Comitato Regionale ne è orgoglioso. Quando il presidente Midolini, la scorsa estate, mi ha chiesto di poter ospitare la finale di coppa a Torviscosa, non ho avuto dubbi nel rispondergli in maniera affermativa e direi che oggi quella fiducia è ripagata in toto. Mi auguro possa essere, al solito, uno spettacolo fuori e dentro il campo, giusto ringraziamento per gli sforzi dei tanti volontari che lavorano per questo evento».

Roberto Fasan, sindaco di Torviscosa. «Un evento di una portata unica, il quale coincide con l’ottantesimo anniversario di fondazione del comune di Torviscosa. Domenica il cuore mi porterà a tifare la squadra del mio paese, ma l’augurio vero è quello possano trionfare i veri valori di cui lo sport è pioniere. Sono certo potrà essere una giornata di festa per tutti, vince il migliore».

Filippo Fabbro, presidente Manzanese. «Una bella emozione, perché per me si tratta della prima finale da presidente di società; sarà, certamente, diverso rispetto al ruolo da giocatore. Siamo molto orgogliosi, come società, di essere presenti a questo evento, motivo per cui cercheremo, in ogni modo, di arricchire la nostra bacheca con la conquista del trofeo».

Sandro Midolini, presidente Torviscosa. «Una grande emozione. Arrivare a una finale è eccezionale, è indescrivibile tutto quello che si prova. Sappiamo che giocarla in casa potrà essere un’arma a doppio taglio, ma crediamo di essere in grado di farci trovare pronti».

Fabio Rossitto, allenatore Manzanese. «Ringrazio sempre il cielo per essere arrivato, prima da giocatore e ora da allenatore, a fare queste cose. Prendere parte alla finale è una cosa che emoziona, quasi come un bambino. La squadra si è preparata bene, i ragazzi hanno svolto fin qui un capolavoro al termine di un percorso non facile. Proveremo a vincere, ma davvero, aldilà di ogni retorica, è già molto bello esserci».

Fabio Pittilino, allenatore Torviscosa. «Sono contento di potermi giocare nuovamente una finale dopo quella vinta alla guida della Gemonese: regala emozioni uniche. La squadra sta bene, anche se i 20 giorni di pausa potrebbero incidere; un fattore, questo, che comunque riguarda entrambe le compagini, per cui non ci lamentiamo. Proveremo a essere carichi al punto giusto per alzare la coppa davanti alla nostra gente».

Andrea Merlino, presidente Comitato Regionale Arbitri. «I ragazzi sono pronti per una partita che, anche loro, sanno essere importante. Si presta a delle difficoltà, ma questo è fuori dubbio quando si tratta di una finale. Tutti ci tengono a ben figurare, noi compreso, ma sono certo che i ragazzi saranno all’altezza della situazione dando lustro a tutto il movimento regionale».