Eccellenza in crisi, tra rinunce e panchine che saltano

Azzanese e San Daniele: due società vicine alla chiusura dei battenti
Azzanese e San Daniele: due società vicine alla chiusura dei battenti

Ancora qualche giorno e poi si avrà l’ufficialità. Al momento però è ben difficile ipotizzare un San Daniele e un’Azzanese nel prossimo campionato di Eccellenza. I problemi economici dei prosciuttai erano noti già da tempo; la possibile rinuncia dei biancazzurri ha invece colto molti di sorpresa.

Un mese fa era stata infatti comunicata dalla dirigenza la volontà di ridimensionare il progetto, investendo soprattutto sul settore giovanile. Nel fine settimana, però, sono arrivate le parole di Agostino Mascarin a rendere nota una situazione praticamente disperata. La società proverà a iscriversi alla Prima categoria, ma, qualora le fosse negata, scomparirebbe.

Uno notizia shock che va ad aggiungersi alle dimissioni lampo di Bobo Sonego dalla guida della Sanvitese. Per il tecnico a San Vito non c’erano le condizioni per fare calcio; quel che è certo, ammesso che nel calcio dilettanti di oggi si possa ancora parlare di certezze, è che i Fraticelli saranno regolarmente iscritti al prossimo campionato di Eccellenza, ma le prospettive per fare un campionato di vertice sembrano proprio non esserci.