FiumeBannia e Tamai assieme in ricordo di Meneghel

Sono passati sei anni dalla sua scomparsa. E il suo ricordo è vivo nel cuore di tanti che l’hanno conosciuto. Impossibile dimenticare chi era e quali valori aveva Riccardo Meneghel, ragazzo che ci ha lasciato troppo presto. Così, sabato, in occasione della gara di coppa Italia d’Eccellenza tra Fiume Veneto/Bannia e Tamai, le due società ricorderanno il loro ex calciatore, scomparso il 20 settembre del 2014 in seguito a un incidente stradale avvenuto in moto. Il via dell’incontro alle 17.

Prima del fischio d’inizio, le due formazioni osserveranno un minuto di raccoglimento in suo onore. Dopodiché porteranno il saluto alla famiglia di Riccardo, che attenderà i calciatori delle squadre a bordo campo. Un ricordo sobrio, rispettando le norme di distanziamento sociale, ma soprattutto in linea con ciò che è stato Meneghel, persona mai sopra le righe sia come studente sia come calciatore. Dopo aver militato nel vivaio del Futuro Giovani, la società pura di Prata, il suo paese, Riccardo passò prima al Fiume Veneto/Bannia in Prima categoria e, successivamente al passaggio nella Primavera dell’Udinese, andò a rinforzare il Tamai in serie D. In ogni squadra in cui ha giocato veniva impiegato come difensore. Proprio con le furie rosse aveva iniziato la stagione 2014-2015 di Interregionale. Il calcio era la sua grande passione assieme al volontariato.

Nel corso degli anni entrambe le società hanno mantenuto vivo il suo ricordo organizzando un torneo in suo onore. In occasione del Memorial Spagnol, manifestazione organizzata dal Fiume/Bannia e riservata alle formazioni Primavera, la società di Luca Spagnol ha istituito una borsa di studio intitolata a lui, da riservare ai ragazzi che eccellono sia nello studio sia nello sport esattamente com’è stato in grado di fare Riccardo.