Il capolavoro di Visintin e Asquini

La New Team mentre festeggia la promozione in A2

La New Team sale in A2 al termine di una stagione dura ed esaltante. E la sfida continua…

Il sogno diventa realtà: battendo con un eloquente 9-0 il Portos San Benedetto del Tronto nella finale di ritorno (dopo il 3-2 in terra marchigiana) la New Team riporta dopo ben dieci anni una rappresentante friulana nella seconda categoria nazionale del calcio a 5. Nel palazzetto di Vallenoncello si materializza un risultato storico per la giovanissima società, nata nel 2008 e presieduta da Pierpaolo Visintin, una persona  che ha lavorato duro per raggiungere questo importante obiettivo, una persona che ha badato al sodo senza troppe chiacchiere, riuscendo a creare uno staff ed un gruppo vincenti.Non sono mancati i momenti difficili, i colpi di scena, in questa stagione che sembrava compromessa di fronte allo strapotere dimostrato sul campo dal Vicenza: con coraggio Visintin a metà percorso ha cambiato, ha individuato in tempo i correttivi da apportare ad un gruppo che forse aveva bisogno solo di tranquillità e di maggior autostima per rincorrere un risultato fortemente voluto ad inizio stagione. Ed ora arriva questa promozione in serie A2 dopo due sole stagioni in serie B, entrambe costellate dall’importante partecipazione alle Final Eight di Coppa Italia. Il secondo artefice di questo risultato si chiama Gianluca Asquini: subentrato da allenatore della formazione under21 per il secondo anno di fila ad inizio febbraio, questa volta al posto dell’esonerato Andrea Famà, il trainer udinese è riuscito a ricompattare un gruppo che non riusciva ad esprimere le proprie potenzialità, lavorando attentamente sotto il profilo umano e psicologico, dando fiducia a chi fino ad allora aveva svolto un ruolo di comparsa, dando importante minutaggio a diversi ragazzi della squadra under 21. È la vittoria di Visintin e di Asquini, ma anche di uno staff tecnico di primo ordine, che ha lavorato dietro alle quinte per il raggiungimento di importanti risultati: il preparatore atletico Alessandro Barile,  l’allenatore in seconda Franco Gregorutti, il preparatore dei portieri Luca Pettenà, gli allenatori dell’under 21 Marco Sbisà e Fabrizio Didonè, tutti coordinati del general manager Marco Grossi. Lo staff medico capitanato dal dott. Provino, e composto da Elisa Fontanot e Giacomo Passoni.La vittoria di un gruppo: e le parole di Visintin sono colme di ringraziamenti per tutti: «È stata un’emozione fortissima, una vittoria fortemente voluta e ottenuta sul campo; ringrazio tutti, i giocatori sono stati fantastici hanno lottato come leoni. Volevamo raggiungere la serie A2 e ci siamo riusciti, ora lasciatemi festeggiare per qualche giorno, poi con i miei collaboratori sarà già tempo di programmare la nuova stagione. Che vedrà sicuramente al timone della nave il tecnico, Gianluca Asquini: si è meritato sul campo la riconferma, come se la sono meritata tutti i componenti dello staff tecnico. State certi che la New Team non va in serie A2 soltanto per partecipare, ho un progetto ambizioso come ho dimostrato fino ad oggi e non mi voglio fermare qua.  Ci presenteremo al via con molta umiltà, ma con l’obiettivo di continuare a crescere. Per quanto riguarda la rosa è ancora presto per parlarne, tra qualche giorno mi siederò a tavolino con mister Asquini e valuteremo il da farsi» sono le ultime parole del presidente.

E adesso sotto con la serie A2, dieci anni dopo la scomparsa dell’allora Ita Palmanova, ultima formazione regionale a calcare i parquet della categoria. Ma quella è storia passata, il futuro si chiama New Team.