Il Maniagolibero vede la Prima. Spilimbergo quasi salvo

L'attaccante dello Spilimbergo Andrea Molinaro, decisivo contro il Tiezzo.
L’attaccante dello Spilimbergo Andrea Molinaro, decisivo contro il Tiezzo.

Ennesimo ribaltone a 90 minuti dal termine. Non si smentisce il campionato di Seconda categoria A che da mesi ormai vive nella più totale incertezza. Al comando ora c’è il Maniagolibero di Gregolin che ha sconfitto il Brugnera per 1-0 con rete di Bartoloni e ha ora il match ball in casa contro il fanalino di coda Polcenigo, già retrocesso. Si mangia dunque la mani il Barbeano che, dopo aver vinto due scontri diretti consecutivi, si arrende al Ceolini per 2-0 (Tomasella e Mauro) e quasi sicuramente dovrà giocarsi ai play-off il salto di categoria.

Ai play-off anche Vajont e Union Rorai: l’undici dell’enclave ha sconfitto con un gol di Salvadori il 3S Cordenons, mentre i rossoblù di Biscontin hanno battuto il Polcenigo con la doppietta dell’ex Gardenal e il gol di Vendruscolo. Di Callegher la rete della bandiera dei pedemontani. Per la quinta piazza il Ceolini è in netto vantaggio su Brugnera e Real Castellana: i viola hanno sconfitto in rimonta il Valvasone, passato in vantaggio per primo con Loriggiola, mandando a segno due volte Baldassarre e una volta Mazzolo, ma anche qualora riuscissero a scavalcare nell’ultimo atto le due avversarie, avrebbero comunque scarsissime possibilità di accesso alla post season visti i tanti punti di distacco dalla seconda.

In chiave salvezza sono punti pesanti i tre raccolti dallo Spilimbergo contro il Tiezzo: decisivo il bomber mosaicista Molinaro, autore di una doppietta, con Marcuz a rendere meno amaro il pomeriggio degli azzanesi. Infine, vittoria dei Falchi, a cui basta un gol di Badronja per battere il Vibate, ma non per evitare i play-out, e pareggio (2-2) tra Ramuscellese e Tilaventina: Simeoni e Amadori portano due volte in vantaggio i padroni di casa, recuperati dai gol di Pitton e Agnello.